Quantcast

E’ mistero sulle ultime ore di vita dello studente siciliano ritrovato morto a San Giuliano Terme

L'autopsia chiarirà la vicenda. La procura al momento non esclude nè il suicidio nè l'omicidio

E’ancora un mistero la morte di Francesco Pantaleo, lo studente dell’università di Pisa, 23enne, scomparso e il cui corpo è stato ritrovato carbonizzato a San Giuliano Terme. Il cadavere, come noto, è stato identificato grazie al dna, dopo giorni di ricerche anche nell’Arno.

Sarà l’autopsia a fornire elementi utili per ricostruire le ultime ore di vita

Gli inquirenti, polizia e carabinieri, coordinati dalla procura di Pisa,  al momento, non escludono nè l’omicidio nè il suicidio. Dai primi accertamenti non sono emersi segni di violenza.

Francesco Pantaleo

Chi ha dato fuoco al corpo dello studente ritrovato con una maglietta, i pantaloni ma senza scarpe? Una domanda sulla quale gli investigatori stanno lavorando per dare una risposta certa alla famiglia.

Intanto a Marsala, in Sicilia, la città nativa del giovane, è lutto cittadino e tutta la comunità si è stretta nel dolore.

“Sei stato, sei e sarai sempre il nostro angelo”, scrive il padre sui social.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.