Quantcast

Molesta la ex fidanzata, 27enne ammonito dal questore

Anche daspo e avvisi orali emessi nei confronti di persone ritenute pericolose

Daspo urbano e ammonimenti, una raffica di provevdimenti del questore per la sicurezza adottati nei confronti di persone ritenute pericolose.

Nell’ultima settimana, la questura di Pisa ha comminato il daspo urbano a un 27enne di Buti che bazzica la zona della stazione di Pisa, e nei cui confronti la polizia ferroviaria di Pisa aveva emanato ben tre ordini di allontanamento, perché trovato ubriaco dentro e fuori dall’ impianto ferroviario.

La legge prevede che dopo almeno due ordini di allontanamento il questore possa adottare il daspo urbano, che a differenza dell’ordine di allontanamento, se violato, prevede pesanti conseguenze penali: nel caso specifico, visto che il destinatario ha diversi precedenti, tra cui una recente condanna per furto in abitazione, il questore di Pisa gli ha inibito la frequentazione della stazione e della relativa piazza (fatto salvo il caso in cui, con idoneo biglietto, dimostri di dover intraprendere un viaggio).

In caso di violazione, verrà denunciato alla procura della Repubblica. Inoltre è stata adottata la misura di prevenzione dell’ avviso orale con prescrizioni, nei confronti di un 55enne, residente a Pisa di origini senegalesi, con numerosi precedenti e condanne. Visto i pregiudizi di polizia, sono state aggiunte nei suoi confronti le prescrizioni imposte dalla legge: ovvero il divieto di possedere armi anche di modesta capacità offensiva, o anche giocattolo, nonché strumenti anche se di libera vendita in grado di nebulizzare sostanze irritanti, nonché infine prodotti pirotecnici.

In caso di violazione delle prescrizioni verrà denunciato alla procura della Repubblica. Altro avviso orale con analoghe prescrizioni è stato irrogato nei confronti di un 44enne di origini pisane, anche lui con numerosi precedenti, tra cui stupefacenti e reati contro il patrimonio. Da ultimo, la divisione polizia anticrimine ha anche notificato l’ammonimento del questore ad un 27enne del pontederese, che aveva intrattenuto una relazione con una coetanea di Pontedera, terminata per volontà unilaterale della ragazza nella scorsa primavera. Da subito il giovane ha mostrato di non accettare la separazione, percorrendo lo stesso classico sentiero degli stalker: telefonate e messaggi assillanti sui social; appostamenti nei luoghi frequentati dalla giovane e addirittura sul percorso dove la ragazza andava a fare jogging, nonostante lui abiti distante; inseguimenti culminati con minacce ad un amico della ragazza, ritenuto la sua nuova “fiamma”. La giovane ha cercato all’ inizio di gestire da sola la cosa, ma vista la preoccupante escalation della vicenda si è rivolta alla Questura, che al termine degli accertamenti, ritenendo fondata la richiesta, ha adottato nei confronti dello stalker la misura di prevenzione dell’ ammonimento del Questore. Nel caso reiteri anche una sola volta le condotte moleste, rischia l’ arresto e in caso di condanna la pena è aumentata. Con la notifica del provvedimento è stato anche invitato a rivolgersi ai Centri anti-violenza presenti sul territorio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.