Veterano della seconda guerra mondiale cerca il suo passato in una foto scattata a San Miniato

Edward Roethel, un ex soldato americano oggi ultra novantenne, vuole rintracciare otto bambini ritratti in una foto del '44

Una foto in bianco e nero, un po’ sbiadita, che ritrae un gruppo di otto bambini – femmine e maschi – messi in posa sulle scale, di fronte ad un portone di legno che non restituisce indizi. Questo pezzo di carta è l’unico elemento che conserva Edward Roethel, un ex soldato americano oggi ultra novantenne, veterano della seconda guerra mondiale, inviato a San Miniato nell’estate del 1944, che ha espresso il desiderio di rintracciare questi bambini o alcuni loro familiari.

“Ho ricevuto questa mail con una foto di accompagnamento scattata a questo gruppo di bambini italiani da un membro del servizio americano inviato a San Miniato, in Italia, durante la seconda guerra mondiale, nel periodo tra il 1944 e il 1945 – ha scritto in una mail chiedendo aiuto al Comune di San Miniato, Holly Rotondi, direttore esecutivo del Friends of the national World War II Memorial, con sede a Washington -. Sfortunatamente il veterano non ricorda i nomi dei bambini e conosce solo il nome della città, ma non il periodo in cui vi ha prestato servizio”.

A raccogliere l’appello del veterano è stato il sindaco di San Miniato Simone Giglioli che ha deciso di diffondere le foto nella speranza che qualcuno possa riconoscersi e farsi avanti. “Quando abbiamo ricevuto questa richiesta, ci siamo messi in moto per cercare di aiutare questo veterano a ricongiungersi con questi bambini che oggi dovrebbero avere all’incirca 80 anni – dichiara il sindaco – Le uniche notizie che Edward ricorda è che era impiegato nella V Armata ed è arrivato a Napoli nel dicembre 1944, solo in seguito fu inviato a San Miniato, ma non è riuscito a darci una data dei suoi mesi trascorsi nella nostra città. Ci siamo fatti inviare una suo foto ai tempi in cui era a San Miniato e, dagli elementi che abbiamo osservato nello scatto, ci sembra sia stato fatta proprio in piazza Mazzini, sotto al palazzo comunale. Purtroppo la foto con i bambini non ha indizi che ci possano ricondurre a nessun luogo in particolare, il portone potrebbe essere uno qualunque, nel nostro centro storico ce ne sono molti simili ancora oggi; dagli abiti indossati dai bambini pensiamo che la foto sia stata scattata in estate, ma non siamo riusciti ad aiutarlo molto di più – e conclude – Chiedo quindi alla cittadinanza se qualcuno si riconosce in questa foto oppure se riconosce un proprio familiare, di farsi avanti, ben consapevole che all’epoca a San Miniato c’erano anche molte famiglie sfollate da altre zone della Toscana e che, quindi, la ricerca potrebbe essere ancora più complessa”.

“Il vostro aiuto – conclude – è fondamentale, ci piacerebbe esaudire il desiderio di Edward, oggi molto anziano, e permettergli di contattare questi bambini, una bella storia ancora tutta da scoprire”.

Chi avesse notizie o informazioni può scrivere a ufficiostampa@comune.san-miniato.pi.it oppure chiamare il numero 348.8160268.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.