Quantcast

Schiacciato sul lavoro, possibili indagini tecniche oltre a quelle mediche

Mentre è stato conferito l’incarico per l’autopsia sul corpo di Vincenzo Garone, l’operaio di 47 anni di Santa Maria a Monte deceduto sabato mattina nel capannone di Santa Croce sull’Arno dove lavorava (qui la notizia), indagini tecniche potrebbero essere fatte anche sull’escavatore sul quale l’uomo si trovava, messo sotto sequestro, per capire se ci sia stato qualche malfunzionamento.

Una manovra in spazi ristretti potrebbe essere all’origine dell’incidente finito in tragedia. Intanto, una volta eseguita l’autopsia, il corpo sarà restituito alla famiglia per consentirle di organizzare il funerale, forse già domani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.