Quantcast

Fermato all’aeroporto di Pisa: nel bagaglio aveva 40 chili di carne non ammessa all’importazione

Nella normativa è previsto il divieto di introduzione sul territorio anche di latticini e prodotti lattiero caseari

A seguito dei controlli nell’aeroporto di Pisa sui dei passeggeri provenienti da paesi extra Ue, gli uomini dell’Adm hanno rinvenuto nel bagaglio di un cittadino di nazionalità albanese, proveniente da Tirana un quantitativo di carne pari a 40 chili non ammessa all’importazione in base alla normativa vigente. È infatti previsto il divieto di introduzione di carne e derivati della carne, nonché latticini e prodotti lattiero caseari.

L’attività di controllo è costante nel tempo, tant’è che dall’inizio dell’anno 2021 a oggi sono state eseguite 80 verbalizzazioni, sequestrando merce e prodotti a base di carne per un totale di 562,5 chili e prodotti caseari per 413,20 chili per un totale complessivo di 975,70 chili

Le merci irregolari provenivano per lo più da rotte balcaniche e spesso si presentavano in pessimo stato di conservazione. Con la distruzione vengono scongiurate conseguenze di carattere sanitario cui è facile incorrere in caso di consumo di tali alimenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.