Quantcast

Pisa 24esima in Italia per i reati denunciati. Per le statistiche tra le peggiori 30 province dello Stivale

Tra i reati più denunciati dove Pisa è nella parte 'alta' della classifica, furti, rapine, violenze sessuali e contraffazioni

Aggiornata la classifica a cura de Il Sole 24 Ore sulla criminalità nelle 106 province italiane con i dati relativi allo scorso anno. Pisa è nella parte alta della classifica, 24esima, tra le 106 province italiane, cioè tra le “peggiori”.

Oltre all’indice finale che fa la media di tutti gli altri 37 indicatori per differenti tipologie di reati si può consultare il report in maniera molto agevole e di semplice utilizzo. Un report accurato e preciso che ovviamente si basa sui reati denunciati alle autorità giudiziarie e forze di polizia, per cui in alcune zone d’Italia quasi sicuramente i numeri potrebbero essere superiori specie per alcune tipologie di reato, così come per altri reati potrebbe essere lo stesso per Pisa e altre province italiane. Insomma non tutti i reati chiaramente vengono scoperti o denunciati.

Le denunce totali presentate lo scorso (2020) anno in provincia di Pisa sono 13598, con una media di 3219 per ogni 100mila abitanti.

Le “perfomance” peggiori della classifica per Pisa riguardano le violenze sessuali dove la provincia della torre pendente si piazza al 19esimo posto, i furti al 15esimo, i furti con destrezza al 13 posto, furti di auto al 15esimo. Per le rapine Pisa è al 18esimo posto in Italia con il preoccupante dato che è 11esima per le rapine in banca. Tragicamente buono anche il piazzamento per quanto riguarda i reati contraffazione di marchi e prodotti industriali dove pisa è 16esima in italia. poi scorrendo la classifica balza agli occhi la 26esima posizione  per i reati connessi aglsitupefacneti , anche se qu ic’è da dire che l’impegno dello Statao ttraverso le forze dell’ordine ha generato un miglioramento rispetto al passato. interessante anche il paizzamento sempre al 26esimo posto per l’attività di riciclaggio di denaro.

Ovviamente la statistica è costruita sulla base di denunce e quindi non del giudizio processuale che teoricamente potrebbe anche cambiare la prospettiva sulla base dell’esito del deibattimento.

Ecco la classifica per i principali reati.

Andiamo con ordine e vediamo in ognuna delle 38 categorie quale è la posizione della provincia di Pisa sulle 106 province italiane: truffe e frodi informatiche 93esimo posto; delitti informatici 55esimo posto; violenze sessuali 19esimo posto; sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile quinto posto; estorsioni 75esimo posto; percosse 73esimo posto; minacce 92esimo posto; lesioni dolose 53esimo posto; omicidi volontari 44esimo posto; infanticidi 72esimo posto; tentati omicidi 81esimo posto; omicidi colposi 57esimo posto; furti 15esimo posto; furti con strappo 22esimo posto; furti di motociclo 26esimo posto; furti di autovetture 60esimo posto; furti di ciclomotori ottavo posto; furti con destrezza 21esimo posto; furti con destrezza 13esimo posto; furti di auto in sosta 15esimo posto; rapine 18esimo posto; rapine in abitazione terzo posto; rapine in esercizi commerciali 33esimo posto; rapine in pubblica via 26esimo posto; rapine in banca 11esimo posto; rapine in uffici postali 26esimo posto; contraffazioni di marchi e prodotti industriali 16esimo posto; contrabbando 80esimo posto; incendi 53esimo posto; stupefacenti 26esimo posto; riciclaggio 26esimo posto; usura 31esimo posto; associazione mafiosa 80esimo posto; associazione a delinquere 72esimo posto; altri delitti 46esimo posto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.