Quantcast

Schianto fatale: muore a 50 anni noto fioraio

L'uomo, morto nella notte di Halloween, gestiva da anni una storica attività

E’ morto a 50 anni Antonio Grassotti, noto fioraio di Ripafratta, molto conosciuto anche in Lucchesia, vittima di un incidente stradale avvenuto nella notte di Halloween ad Avane. Stando a quanto ricostruito Grassotti che era alla guida della sua auto e stava rientrando a casa dal lavoro quando, secondo una prima e ancora sommaria ricostruzione, è stato urtato da un’auto il cui conducente non sarebbe riuscito ad evitare l’impatto.

Purtroppo per Grassotti non c’è stato niente da fare. Invano i sanitari del 118 hanno tentato di rianimarlo.

La notizia si è presto diffusa in paese, provocando dolore e suscitando messaggi di cordoglio. Tra questi quelli dei  sindaci di Vecchiano e di San Giuliano Terme, Massimiliano Angori e Sergio Di Maio.

“Nella serata di ieri 31 ottobre è deceduto – scrive Angori –  a seguito di un sinistro stradale vicino ad Avane, Antonio Grassotti, noto fiorista di Ripafratta, dove gestiva da anni, con passione e maestria, una storica attività, a fianco della sorella Michela. Antonio era molto conosciuto anche sul nostro territorio poiché frequentava da sempre Filettole, prendendo parte attivamente alla vita della nostra comunità. Appena appreso l’accaduto, ho espresso le più vive condoglianze alla sorella Michela e ai familiari. In questa giornata così particolare, in cui si ricordano tutte le anime dei defunti con la preghiera, rinnovo le più sentite condoglianze a nome personale, della giunta comunale, dell’amministrazione Comunale e di tutta la comunità vecchianese. Ciao Antonio”.

“A nome mio, dell’amministrazione e di tutta la comunità di San Giuliano Terme – ha aggiunto Di Maio –  esprimo le più sincere condoglianze ai familiari, agli amici e ai colleghi di Antonio Grassotti, fioraio di Ripafratta e molto conosciuto anche fuori dal nostro territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.