Quantcast

Rapinò una ragazza dello smartphone, in carcere 24enne

Gravi indizi di colpevolezza dopo le indagini dei carabinieri. Denunciato anche il complice

I carabinieri della stazione di Fucecchio hanno arrestato un 24enne di origine marocchina in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina.

L’ufficio del Gip del tribunale di Firenze, in accoglimento della richiesta avanzata dalla procura del capoluogo toscano che ha condiviso le risultanze investigative prodotte dagli operanti, lo scorso 4 novembre ha emesso il provvedimento restrittivo nei confronti del 24enne, sul quale pendono gravi indizi di colpevolezza in relazione ad una rapina commessa nel luglio scorso ai danni di una ragazza. Nella circostanza la vittima, mentre stava rientrando a casa nelle prime ore della notte, fu affiancata da un’autovettura dalla quale scese un soggetto che, minacciandola, le strappò di mano il suo smartphone e la fece finire rovinosamente a terra.

L’uomo, senza fissa dimora ma saltuariamente domiciliato da connazionali a Fucecchio, è stato rintracciato e arrestato nella mattinata di sabato (6 novembre) ed è stato condotto al carcere di Sollicciano.

Contestualmente all’esecuzione della misura cautelare, i carabinieri di Fucecchio hanno anche denunciato un 25enne di origine tunisina, già detenuto a Sollicciano per altre cause, ritenuto complice del marocchino nella consumazione della rapina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.