Quantcast

Morto a soli 56 anni, Ponte a Cappiano ricorda Guido

Fratello del ciclista professionista, ha gestito il forno di famiglia in via Ramoni

Grave lutto a Ponte a Cappiano, a soli 56 anni se ne andato Guido Tafi, storico fornaio e fratello del ciclista Andrea professionista dal 1998 al 2005.

Da qualche anno non abitava più a Ponte a Cappiano ma il legame con Fucecchio è sempre rimasto forte e indissolubile. Guido Tafi è stato, e resterà sempre “un calligiano”, come si dice da quelle parti. Per oltre una decina d’anni ha gestito il forno di famiglia in via Ramoni e in tanti ricordano ancora il sapore del buon pane e dei biscotti che ogni giorno sfornava.

Un lavoro fatto di sacrifici, che Guido ha sempre fatto con passione e i suoi prodotti uscivano orni giorno dal perimetro fucecchiese perché aveva tanti clienti anche a Santa Croce e tanti altri di passaggio considerato che il forno si trova in angolo ad una strada allora molto trafficata. Aveva cambiato mestiere, ma era comunque restato nel settore alimentare come rappresentante nel settore dei prodotti di gelateria.

Appassionato di ciclismo, (il fratello Andrea è stato professionista dal 1998 al 2005 e nel suo palmares figurano numerose classiche internazionali quali una Roubaix, un Fiandre, una Parigi Tours, un giro di Lombardia, un giro del Piemonte e un titolo nazionale in linea) collaborava con la squadra professionistica D’Amico che ha sede nelle Marche e di recente aveva conseguito anche il titolo di massaggiatore sportivo.

Ha seguito da vicino anche la carriera del nipote Umberto Orsini che è stato campione italiano juniores, approdato poi al settore professionistico. Nonostante non abitasse più a Ponte a Cappiano appena si è sparsa la notizia della morte sopraggiunta a seguito di una malattia, la frazione si è stretta nel dolore e nella vicinanza al fratello Andrea e alla sorella che abita con la madre a Santa Croce.

Guido infatti era molto stimato, il suo carattere solare e sincero gli aveva fatto guadagnare la simpatia di tutti ed era una persona, dicono in tanti, sempre pronta se c’era bisogno di dare una mano a qualcuno.

Guido Tafi sarà esposto domani 10 novembre alle 13,30 in piazza Donnini, la piazza storica di Cappiano. Alle 14,15 sarà poi trasferito nella locale chiesa di San Bartolomeo per la funzione religiosa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.