Quantcast

Don Backy contagiato dal covid, “I miei giorni in ospedale”

E’ tornato a casa venerdì scorso insieme alla moglie. Dopo giorni trascorsi in ospedale a causa del coronavirus. Il malato illustre è Don Backy, al secolo Aldo Caponi di Santa Croce sull’Arno. Insieme alla moglie Liliana, è rimasto 15 giorni ricoverato al policlinico Gemelli di Roma, dove vive per la maggior parte del tempo, dopo aver contratto il covid 19.

Niente tosse o malanni particolari raccontano, ma quel senso di spossatezza che non riesce a passare. Ma la positività è stata scoperta per caso, facendo controllare una convivente che aveva avuto contatti con positivi. Il ricovero è arrivato subito, per essere curati al meglio fin da subito. Nonostante il contagio, racconta, di non essere vaccinato e non volersi vaccinare. È una mia scelta, non voglio convincere nessuno” ma resta convinto che “tutto può accadere a chiunque, vaccinati o no”.

“Finalmente siamo usciti dal tunnel che ci ha tenuto al buio per 15 giorni”, racconta. “Non è stata una bella passeggiata ma noi siamo due vecchie volpi e non abbiamo ancora nessuna intenzione di finire in pellicceria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.