Quantcast

False mail dal servizio clienti, l’Inps mette in guardia

L'istituto fa sapere che si tratta di truffe

Più informazioni su

Boom di false mail da parte del servizio clienti Inps (falso) per indurre i clienti a inserire dati sensibili. Da alcune ore (12 gennaio) ci sono problemi di connessione col sito web dell’Inps e proprio oggi l’istituto fa sapere che sono in corso tentativi di phishing via mail, cioè di truffe, agli iscritti.

L’istituto intende sottolineare che mai, in nessun caso e per nessun motivo, invia mail alle quali bisogna poi rispondere inserendo dati ma al contrario le mail “vere” dell’Inps sono sempre “no reply” anche nell’indirizzo di provenienza, cioè mail che non presuppongono risposta alcuna né inserimento di dati. Una falsa e mail inviata dal (ovviamente falso anche questo) Servizio clienti dell’Inps. Un messaggio nel quale si invita a inserire dati personali al fine di sbloccare un pagamento dell’Inps a favore del destinatario del messaggio. Non fatelo. Non cliccate sul link presente nella mail e non inserite nessun dato sensibile. Infatti viene richiesto l’inserimento di dati bancari (conti correnti o carte di credito) al fine di sottrarre somme agli ignari utenti, in alcuni casi, e in altri casi per addebitare poi somme per servizi esteri. A testimonianza ennesima che le truffe informatiche non conoscono crisi e battute d’arresto perché giocano sui grandi numeri e sulla ripetitività e verosimiglianza delle richieste con grafiche e indirizzi simili a quelli veri.

L’Inps ha quindi ritenuto opportuno inviare mail (no reply) per mettere in guardia tutti i suoi utenti che sono in corso dei tentativi di truffa tramite e-mail di phishing. E ha anche diramato una nota ufficiale nella quale viene comunicato che i malintenzionati, sfruttando apparenti comunicazioni da parte di un sedicente servizio cliente dell’Istituto, invitano ad inviare dati personali su un link cliccabile, allo scopo di ottenere il pagamento di una somma tramite bonifico da parte dell’Inps o di altro genere.

“L’Istituto – si legge nella nota – invita i propri utenti a diffidare di tali comunicazioni, in quanto finalizzate a sottrarre fraudolentemente dati anagrafici oppure relativi a conti correnti o a carte di credito. Si ricorda, al riguardo, che le informazioni sulla propria posizione sono consultabili accedendo direttamente al sito www.inps.it e che l’Inps, per motivi di sicurezza, non invia mai comunicazioni di posta elettronica contenenti allegati da scaricare o link cliccabili. Per ogni necessità di assistenza si invita a contattare le sedi dell’Istituto o il contact center ufficiale allo 06 164164”. Le mail truffaldine inviate proprio nel giorno in cui il sito web dell’Inps sta subendo una manutenzione di tipo tecnico sono al vaglio della polizia postale. Per nessun motivo bisogna rispondere a queste mail e inserire dati perché la comunicazioni ufficiali e vere dell’Inps non lo richiedono mai. E siccome si tratta di giorni “caldi” per le varie richieste all’Inps si raccomanda la massima prudenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.