Quantcast

Agenti dimezzati in 10 anni a Fucecchio, ridotti in tutta l’Unione. Municipale verso lo stato di agitazione

Prevista l’assunzione di 10 nuovi agenti e 9 nuovi ispettori, bilancio permettendo, entro il 2023

La polizia locale dell’Unione dei Comuni del circondario Empolese Valdelsa va verso un nuovo stato di agitazione, anche se sarà proclamato ufficialmente nei prossimi giorni. Già nel 2017 e nel 2019 erano state infatti indette due giornate di sciopero che avevano raccolto la totale adesione del personale degli 11 comuni e che si erano concluse con un presidio davanti la sede dell’Unione in piazza della Vittoria ad Empoli.

La carenza di personale che non permette agli agenti e ufficiali di svolgere i propri compiti in maniera ottimale e a volte in situazione di disagio, è alla base della protesta. Le uscite per pensionamenti e mobilità non sono state coperte adeguatamente riducendo notevolmente le capacità di intervento nei presidi territoriali e su tutto il territorio.

Dei 114 tra agenti ed ufficiali in servizio al momento della costituzione del Corpo Unico di Polizia Locale dell’Unione il 31 dicembre 2012 presenti in servizio, oggi ne restano solo 77, su una realtà territoriale di 753 chilometri quadrati con 175mila abitanti.
Molti degli 11 comuni che compongono l’Unione hanno dovuto subire una drastica riduzione di personale. A Fucecchio il caso più clamoroso ed emblematico: dei 18 agenti in organico, oggi ne restano solo 9, due dei quali sembra dovranno essere distaccati a Cerreto Guidi che insieme a Fucecchio compone il dipartimento Valdarno Ovest dell’Unione. Per trovare numeri così bassi per l’organico della municipale fucecchiese bisogna tornare indietro negli anni ’60.

Anche il cambio al vertice “politico” con l’avvicendamento nel 2019 sullo scranno dell’assessorato alla polizia municipale tra Alessio Spinelli, sindaco di Fucecchio e Paolo Masetti, sindaco di Montelupo Fiorentino, non ha portato i risultati sperati sebbene su quest’ultimo le aspettative fossero alte. Sono stati assunti a seguito di procedura concorsuale nel dicembre 2020 11 nuovi agenti a tempo indeterminato (qui) che non sono riusciti a compensare le uscite per congedi e mobilità.

Il numero degli agenti e ufficiali in servizio resta quindi basso per i servizi in carico alla Municipale che, oltre ai servizi ordinari di controllo del territorio, delle ordinanze e regolamenti comunali, della sicurezza stradale ed in particolare del rilievo degli incidenti, nel periodo Covid-19 è stata quasi interamente impegnata nel rispetto delle normative imposte dal governo e sempre più spesso è chiamata a svolgere servizio nelle ore serale ossia lavorando su tre turni.

Unica nota positiva è che con la delibera della giunta unionale 62 del 7 dicembre 2021 inerente il piano triennale del fabbisogno di personale è prevista l’assunzione per il prossimo biennio di 10 nuovi agenti e 9 nuovi ispettori, bilancio ovviamente permettendo. Per il momento la Municipale però annuncia lo stato di agitazione e i problemi lamentati sono all’incirca gli stessi delle precedenti agitazioni. Nei giorni a venire l’annuncio ufficiale della nuova protesta, la terza in nove anni.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.