Quantcast

Ruba il furgone di una gelateria: preso e messo in carcere

L'uomo, che ha tentato la fuga, è stato intercettato dai carabinieri a San Miniato

Nella serata di sabato scorso (21 maggio), i carabinieri di Empoli hanno arrestato in flagranza di reato un 35enne ritenuto responsabile del furto aggravato di un furgoncino Fiat Doblò, di proprietà di una gelateria di San Casciano Val di Pesa, commesso nel pomeriggio dello stesso giorno.

Grazie ad un efficace coordinamento tra le centrali operative dell’Arma, i carabinieri delle Compagnie di Empoli e Scandicci sono riusciti a monitorare gli spostamenti  fino ad intercettarlo nella zona dell’Empolese. A quel punto sono intervenuti gli uomini del radiomobile i quali, postisi tempestivamente alla ricerca del mezzo, hanno interrotto la corsa del fuggitivo nel territorio di San Miniato, dove l’uomo aveva deciso di demordere abbandonando il furgone e continuando quindi la fuga a piedi per cercare infine di nascondersi all’interno di un circolo ricreativo della zona.

Tuttavia i carabinieri erano riusciti a non perderlo di vista e, supportati dai colleghi della Compagnia di San Miniato, sopraggiunti sul luogo, sono entrati nel locale e hanno bloccato il 35enne mentre stava cercando di sbarazzarsi di un paio di guanti e di forbici.

L’immediata perquisizione nel furgoncino ha consentito ai carabinieri di rinvenire altri strumenti da scasso, mentre il controllo sull’uomo ha permesso di rinvenire, all’interno di un marsupio, un telecomando di accesso alla ztl del comune di San Casciano Val di Pesa, in uso alla gelateria derubata.

Grazie alla sinergia operativa dei diversi reparti dell’Arma coinvolti, l’uomo è stato dunque arrestato e condotto al carcere Don Bosco di Pisa.

La sua posizione è ora al vaglio dell’autorita’ giudiziaria e sarà valutata nel corso del successivo processo

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.