Infermiere spiate sotto la doccia dell’ospedale, Giani: “Un fatto gravissimo”

Per il governatore si è trattato di un vero e proprio atto di violenza contro le donne

“Quanto accaduto all’ospedale di Empoli è un fatto gravissimo, un episodio che crea sconcerto e lede al dignità della persona. Confido nel lavoro della magistratura per una pena esemplare, una volta che le indagini delle forze dell’ordine consentiranno di individuare i responsabili”. Così il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, a commento dell’increscioso episodio, verificatosi all’ospedale San Giuseppe di Empoli, in provincia di Firenze, dove alcune infermiere sono stata spiate attraverso una microcamera, installata in una doccia degli spogliatoi.

“Il trauma vissuto dalle lavoratrici è la conseguenza di un atto di violenza contro le donne, un gesto esecrabile che va condannato con fermezza”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.