Quantcast

“Ha morso troppe persone”, cane sequestrato e confiscato dalla polizia locale

Adesso il cane è ricoverato in una struttura comunale con spese a carico del proprietario

Ad Empoli, la polizia locale dell’Unione dei Comuni del Circondario Empolese Valdelsa e l’Asl Toscana Centro sono intervenute nei confronti del proprietario di un cane di razza Tibetan Mastiff che prima viene sequestrato e poi addirittura confiscato. Adesso il cane si trova nel canile municipale in via del Castelluccio ed ogni giorno il proprietario dovrà accudirlo a sue spese.

I fatti risalgono al periodo tra gennaio e maggio di quest’anno. Nel primo mese dell’anno l’animale si era reso protagonista di varie morsicature nei confronti di alcune persone e per questo era scattato il sequestro da parte della polizia locale dell’Unione dei Comuni. L’animale a fine gennaio era stato dichiarato dalla Asl Toscana Centro: “cane a rischio potenziale elevato di aggressività” ed inserito nell’apposito registro di cui al comma 3 dell’art. 3 della O.m. 3 marzo 2009.

Il giorno 31 di marzo è stato restituito al legittimo proprietario dopo l’assolvimento delle relative spese di mantenimento nel canile e con le indicazioni di precise prescrizioni a cui attenersi per la custodia in relazione alla potenziale pericolosità dell’animale. Circa a metà maggio, poi, il suddetto cane è stato nuovamente ritrovato libero ed incustodito da una pattuglia della polizia locale dopo essersi reso protagonista di un’ulteriore morsicatura. È stato di nuovo redatto un verbale di sequestro amministrativo ai sensi dell’art. 13 della Legge 689/81 ed il cane condotto nuovamente al canile.

A quel punto l’azienda Usl Toscana Centro nei giorni immediatamente successivi, allo scopo di evitare un aggrava­mento della situazione e quindi per salvaguardare la pubblica incolumità, ha richiesto al Comune di Empoli l’emissione di un provvedimento finalizzato alla conferma del sequestro (già effettuato in emergenza dalla polizia municipale) e conseguente confisca (ai sensi dell’art. 23 comma 4 della L.R. 59/2009). Infine, in data 31 maggio il primo cittadino di Empoli ha quindi emesso il relativo provvedimento (ordinanza contingibile ed urgente n. 274/2022) di conferma del sequestro operato dalla polizia locale e del ricovero del cane nella struttura comunale con relative spese a carico del proprietario come previsto in questi casi.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.