Incidente dopo il lancio, muore a 35 anni parà della Folgore

La vittima, Gabriele Grossi, di Viareggio era andato a Reggio Emilia per un raduno di paracadutisti

Più informazioni su

Il caporalmaggiore dei paracadutisti della Brigata Folgore, di stanza a Pisa, Gabriele Grossi è uno dei due paracadutisti morti questa mattina 18 giugno al Campovolo di Reggio Emilia, in un terribile incidente dopo un lancio. Atleta di 35 anni, con una comitiva di appassionati aveva raggiunto un raduno con oltre 300 paracadutisti coinvolti. La giornata a Campovolo era stata organizzata dalla società Body Fly University e per l’occasione era stato anche noleggiato un bimotore in grado di trasportare 25 persone alla volta.

Stando a quanto ricostruito, il velivolo a bordo del quale era salito Grossi è partito attorno alle 8,30. Poco dopo il primo gruppo si è lanciato. Tutto è andato bene nella prima fase ma secondo gli inquirenti c’è stato un problema nella fase dell’atterraggio. Le vele di Grossi e di Fabrizio Del Giudice, 53 anni, si sono agganciate quando i due si sono avvicinati troppo. E sono entrambi precipitati a terra e deceduti.

Per loro non c’è stato niente da fare. I colleghi hanno subito dato l’allarme e fatto scattare la macchina dei soccorsi ma è stato purtroppo tutto inutile.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.