Quantcast

“Vado a trovare dei parenti”, sceso dall’aereo e portato in carcere: era ricercato

Sull'uomo pendeva un mandato di cattura europeo per reati di droga, contro l’ordine e la sicurezza pubblica

Ieri  (19 giugno), durante la mattina, nel corso dei consueti controlli di frontiera nei confronti dei passeggeri provenienti dall’aeroporto di Nottingham-East Midlands, è stato intercettato nello scalo Galilei a Pisa, un cittadino albanese di 34 anni nei confronti del quale era pendente un mandato di arresto europeo per successiva estradizione, emesso dall’autorità giudiziaria del Belgio, per reati relativi agli stupefacenti e reati contro l’ordine e la sicurezza pubblica.

L’uomo, titolare di permesso di soggiorno italiano, attualmente dimorante nel Regno Unito, fermato dalla Polaria, ha dichiarato di essere diretto in provincia di Pisa per visita a parenti.

Lo stesso, dopo essere stato sottoposto ai rilievi fotosegnaletici, è stato portato nel carcere Don Bosco.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.