Frasi offensive a sfondo sessuale verso due minori: nei guai un 41enne

Svolti anche controlli in centro a Pisa: rintracciati due ricercati

Una volante della questura di Pisa, intorno alle 21, è dovuta intervenire in zona Ospedaletto dopo la segnalazione di un uomo che, dal balcone, stava rivolgendo frasi offensive e volgari, a sfondo sessuale, verso due minori che erano sul terrazzo difronte.

L’uomo è stato raggiunto dai poliziotti nel suo appartamento, compiutamente identificato:  il 41enne dell’ Est Europa attualmente agli arresti domiciliari, si era già reso responsabile di identico episodio per cui era stata presentata denuncia lo scorso 23 giugno, scaturito da motivi di risentimento e di cattivi rapporti in ambito condominiale. Per lui è scattata la denuncia per il reato di corruzione di minorenni.

Nella serata, con tre equipaggi del Reparto prevenzione crimine della polizia sono stati effettuati pattugliamenti a Pisa, nella zona della stazione centrale e lungo l’asse di Corso Italia e aree limitrofe:; 49 le persone identificate, fermati 9 veicoli e controllati 4 locali.

Nel corso del controllo, inoltre, è stato denunciato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e inottemperanza alla misura cautelare del divieto di dimora un cittadino gambiano, disposta nei suoi confronti dal gip  per fatti di droga; inoltre, sono stati rintracciati due italiani, un uomo e una donna residenti a Cisanello, ricercati dalla procura di Pisa per due fatti distinti. Al primo, un 55enne pisano, è stato notificato l’ordine di esecuzione per la carcerazione e decreto di sospensione del medesimo, emesso dalla procura pisana a seguito di condanna per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Alla donna, 61enne originaria di Massa, è stato notificato l’ordine di esecuzione per la carcerazione e decreto di sospensione del medesimo, emesso dalla procura di Pisa a seguito di condanna per il reato di evasione. Entrambi hanno 30 giorni di tempo per presentare istanza di misure alternative; in difetto, ovvero se la richiesta sarà respinta dall’ufficio di sorveglianza, sarà spiccato nei loro confronti un ordine definitivo di cattura per la carcerazione.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.