“Amava arricchirsi di sapere, persone e bellezza”: è morto l’ex assessore Pieri

Politica e sport sono state le sue grandi passioni

“Una persona straordinaria, colta, buona, che amava arricchirsi di sapere, persone e bellezza”. Sono queste le parole forse più accorate che hanno ricordato Marcello Pieri, storico volto del paese, oltre che della politica locale, venuto a mancare fra sabato 23 e domenica 24 luglio all’ospedale di Pontedera, a 84 anni.

Originario della provincia di Lucca, ma praticamente da una vita residente a Santa Maria a Monte, qui aveva espresso alcune delle sue più grandi passioni, fra tutte quella della politica e per lo sport. In molti, ancora oggi, lo ricordano in giro per il paese con gli immancabili giornali sotto al braccio. Lettore accanito e appassionato di attualità, la politica l’aveva vissuta anche attivamente fra le file della Sinistra: assessore indipendente dal 1975 al 1980 insieme al compianto sindaco Lino Calvaresi, con comunisti e socialisti, venne riconfermato anche fra l’80 e l’83 e poi fino al 1988 dal primo cittadino comunista Angiolino Diomelli. Esperienza per la quale è stato ricordato anche dalla sindaca Ilaria Parrella, che proprio in quegli anni muoveva i primi passi in politica.

Esperto di numeri e bilanci, aveva lavorato una vita come impiegato nel gruppo di aziende conciarie de La Domani a Santa Croce, dove sono ancora in molti a ricordarlo. Fra i tanti che oggi lo ricordano, anche i tanti amici della Polisportiva “Gli Spensierati”, fra cui Giampiero Iacopini. “E’ venuto a mancare un amico, uno di quelli che hai avuto da sempre – ricorda Iacopini –. Non un’amicizia d’infanzia o di scuola, avevamo età diverse, ma di quelli con cui hai diviso momenti e condiviso cose, Il Pieri. lo ricordo da sempre, come ottimo giocatore di tennis e poi come assessore, di cui ero segretario. Un assessore vecchio stampo, che affrontava i problemi di petto cercando di dare una mano a tutti.

Dopo ci siamo ritrovati negli Spensierati dove ha sempre partecipato attivamente alla vita della società, in ogni modo a lui possibile”. Lascia i due figli Cristina e Matteo, oltre ai nipoti. La salma è esposta nell’abitazione di via San Sebastiano 24 fino a domani mattina, 26 luglio, alle 8. Poi la partenza per la cremazione e verso la lucchesia, a Fornoli.

Il ricordo della lista Santa Maria a Monte di Tutti

“Marcello Pieri se n’è andato: un altro pezzo della sinistra di Santa Maria a Monte che ci mancherà. Per tredici anni Amministratore del nostro Comune, prima (dal 1975 al 1980) con il Sindaco Lino Calvaresi e una maggioranza composta dal PCI, dal PSI e indipendenti di sinistra, di cui Marcello era una componente.

Dal 1980 al 1988 è assessore con il sindaco Angiolo Diomelli: fino al 1983 in continuità con le precedenti giunte di sinistra, successivamente, dopo la rottura con il PSI, fa parte dell’esecutivo espressione dell’accordo fra PCI e indipendenti di sinistra. E’ stato un amministratore (vicesindaco, assessore al Bilancio, alla Scuola, al Personale) serio e coscienzioso, che ha gestito le risorse del Comune con attenzione e competenza.

Dopo l’esperienza amministrativa è stato sempre attivo protagonista delle iniziative che la sinistra ha organizzato a Santa Maria a Monte, dando sempre la sua originale impronta di idee e conoscenze, un patrimonio che dobbiamo contribuire a diffondere e che, ci auguriamo, non vada mai disperso”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.