Delitto a Pisa, summit in prefettura: rafforzati i controlli alla stazione e in centro

La questione della sicurezza é continuamente all’attenzione del comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza

Nella giornata di ieri, 8 agosto, si è riunito in prefettura il Cosp. Tutte le autorità intervenute hanno sottolineato la gravità dell’episodio occorso in via Corridoni a Pisa il giorno precedente, che ha visto la tragica morte del giovane Halim Hamza, e hanno rivolto i sensi della più sentita solidarietà ai familiari (qui).

Il primo punto affrontato dal comitato è stato quello di verificare l’andamento e gli esiti dei controlli ordinari e straordinari disposti nell’area della stazione ferroviaria nei precedenti comitati, da ultimo con quelli tenuti in data 28 giugno e 4 agosto scorsi, in cui si è deciso l’aumento del numero delle forze di polizia e delle attività di controllo e sorveglianza della zona.

Tale potenziamento, attuato sia attraverso servizi coordinati da parte della polizia di Stato, dell’Arma dei carabinieri, della guardia di finanza e della Municipale di Pisa, sia sulla base dei servizi di istituto disposti in autonomia dalle singole Forze di Polizia, è in corso da mesi.

La questione della sicurezza nell’area della stazione é continuamente all’attenzione del comitato, ed è monitorata dalla prefettura, dal comune e dalle forze dell’ordine.

In tale ottica, per il corrente periodo, in esito al comitato del 4 agosto è stato concordato di rafforzare ulteriormente le attività e il numero delle forze di polizia nella stazione e nell’area limitrofa.

Questo potenziando posti di controllo, attività di vigilanza e di identificazione di personaggi ritenuti pericolosi o sospetti, adottando ogni provvedimento di competenza relativamente alle misure di prevenzione, ai provvedimenti amministrativi scaturenti dalla irregolare presenza sul territorio nazionale, al controllo degli esercizi commerciali., al fine di realizzare una sempre più pregnante, mirata e capillare azione di prevenzione dei fenomeni di microcriminalità e spaccio.

Tali attività, come concordato nel corso del comitato di ieri, saranno ulteriormente portate avanti da tutte le autorità competenti, mediante la valorizzazione e il rafforzamento di ogni attività utile a realizzare una sempre migliore vivibilità della zona.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.