Via Sanminiatese, prende forma il nuovo tracciato: affidata la progettazione del secondo lotto

Affidato a tre professionisti l'incarico che porterà all'allargamento della strada

Un importante e fondamentale passo in avanti per l’adeguamento e la messa in sicurezza del tratto extra urbano della Sr 436 che collega Fucecchio e San Miniato è stato compiuto nei giorni scorsi. È stato infatti affidato a tre professionisti (per la spesa complessiva di 34mila euro) l’incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva del secondo lotto per la realizzazione dell’opera. Tradotto in termini pratici: l’allargamento della via Sanminiatese che collega Fucecchio, all’altezza di San Pierino con San Miniato, perlomeno sul tecnigrafo, inizia a prendere forma.

Il nuovo tracciato, ossia l’allargamento di quello esistente con annesso percorso ciclo pedonale, partirà dalla rotonda di via delle Viole nella frazione fucecchiese fino a raggiungere viale Marconi nella città della Rocca. L’incarico assegnato ai tre professionisti prevede la redazione definitiva ed esecutiva del progetto, la redazione delle indagini geologiche e le verifiche  di supporto alla progettazione. Per quanto concerne il progetto esecutivo e definitivo dell’opera l’incarico è stato affidato ad uno studio associato di ingegneria con sede a Vinci per l’importo complessivo di € 24.360,96.  Sempre con sede a Vinci lo studio di ingegneria che si occuperà delle verifiche dell’impianto acustico e le operazioni di supporto alla progettazione per l’importo complessivo di € 3.465,00. Per le indagini geologiche, sismiche e chimiche inerenti i siti interessati dall’intervento, l’importo è stato affidato ad un studio geologico che a sede a Lamporecchio per l’importo complessivo di € 6.200,00.

L’affidamento diretto ai professionisti esterni all’ente da parte del Comune di Fucecchio è stato possibile in base all’art. 31, c. 8 del D.lgs. 50/2016. Il decreto citato stabilisce infatti  che gli incarichi di progettazione, coordinamento, direzione dei lavori, nonché altri incarichi che la stazione appaltante, nel caso specifico l’ente di piazza Amendola,  ritenga indispensabili a supporto dell’attività del responsabile unico del procedimento, possono essere affidati in via diretta.

La realizzazione dell’opera attesa da decenni per l’enorme carico di traffico, in particolare di mezzi pesanti, avrà un costo complessivo di euro 2.150.000,00 come approvato dalla Regione Toscana con Decreto Dirigenziale n. 11360 del 3 luglio 2019. Per la realizzazione sono stati previsti due stralci funzionali rispettivamente di euro 1.483.646,71 ed euro 666.353,29 con Dgrt n. 650 del 25.05.2020.

Con l’affidamento dell’incarico per la progettazione esecutiva e definitiva, che fa seguito allo stanziamento dei relativi fondi da parte della Regione per la realizzazione dell’opera, si può dire che per la “vecchia ed obsoleta” via Sanminiatese inizia il conto alla rovescia per una nuova era in cui veicoli, pedoni e ciclisti, potranno viaggiare in sicurezza nel tratto di congiunzione tra i due Comuni.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.