Si getta in Arno per scappare dai poliziotti, che si tuffano e lo ammanettano

Gli agenti lo hanno beccato a rubare. Caccia al complice

Quando gli agenti delle volanti della questura di Pisa sono arrivati nella zona Le Piagge, a Pisa, li hanno beccati ancora a rubare. Ne è nato un inseguimento a piedi, finito a nuoto, in Arno. Erano circa le 3,30 della notte scorsa, quella tra 11 e 12 settembre quando gli agenti sono intervenuti per un furto in abitazione.

Durante la fuga, tallonato dai poliziotti, uno dei fuggitivi (poi identificato come un cittadino georgiano 27enne in Italia senza fissa dimora) ha lasciato cadere a terra uno zaino e altri oggetti per poi gettarsi nel fiume Arno.

Gli agenti si sono tuffati in acqua e all’altezza dell’ex bar Salvini lo hanno bloccato, portato a riva ed ammanettato. Sottoposto a perquisizione, è saltato fuori un portafogli marca Luis Vuitton, con all’interno 80 euro in banconote, provento di un precedente furto in abitazione.

Il secondo malvivente è riuscito, al momento, a far perdere le sue tracce, ma sono in corso indagini per risalire all’autore. La refurtiva così come lo zaino, contenente diversi attrezzi da scasso per forzare ogni tipo di serratura è stata sequestrata. Al 27enne, processato per direttissima, è stato imposto il divieto di dimora a Pisa.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.