L’Università di Pisa piange la professoressa Galbiati

Era insegnante dal lontano 1986

È morta improvvisamente Margherita Galbiati, 76 anni, già professoressa ordinaria dell’Università di Pisa fin dal lontano 1986. Dopo la laurea in Matematica a Milano nel 1969, Margherita Galbiati si è trasferita a Pisa, prima alla Scuola Normale e poi all’Università, dove ha svolto tutta la sua carriera accademica salvo alcuni periodi di ricerca all’estero, in particolare a Ginevra, Parigi, Rennes, Waltham, Toronto, Losanna.

Ha dato importanti contributi alla teoria delle funzioni di più variabili complesse e degli spazi analitici e ha partecipato instancabilmente all’attività organizzativa in ambito matematico e amministrativa sia del suo dipartimento sia di tutto l’ateneo. È stata infatti animatrice di numerose conferenze, promotrice del progetto “Matematica a Pisa”, membro del consiglio scientifico del “Centro Ennio De Giorgi” e del “Consorzio interuniversitario per l’alta formazione Matematica”, coordinatrice di numerosi progetti di ricerca.

Inoltre ha avuto il ruolo di vicedirettore e poi di direttore del Dipartimento di Matematica, è stata membro del Senato Accademico e del Nucleo di Valutazione dell’Università di Pisa, per la quale ha infine ricoperto la carica di prorettore alla ricerca dal 2000 al 2010. Nel 2009 le è stato conferito l’Ordine del Cherubino.

“Margherita lascia un grande vuoto nel cuore di chi l’ha conosciuta e le ha voluto bene per il suo entusiasmo – ricorda il professor Carlo Petronio –. La sua generosità e la sua passione per la matematica e la vita accademica, che conduceva intensamente riversandovi le sue alte competenze scientifiche e organizzative e le sue straordinarie doti di empatia umana”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.