Dipinta alla maratona di lettura, l’opera di Muz resta alla biblioteca foto

Il dono dell'artista al Comune di San Miniato

Era nata in quel luogo e in quel luogo, da oggi 10 gennaio, resterà. L’artista Muz – Samuel Rosi -, 25 anni di San Miniato, l’aveva dipinta durante la XIII Maratona di lettura di luglio alla biblioteca Luzi di San Miniato.

L’opera “Solo per dirti” è stata dipinta con una bomboletta spray appositamente per questo spazio e oggi ne diventa a tutti gli effetti parte integrante. A consegnare l’opera al sindaco Simone Giglioli, all’assessore alla cultura Loredano Arzilli e al responsabile della biblioteca comunale Massimo Gabbrielli sono stati l’artista, insieme al curatore Filippo Lotti.

“Sono ormai alcuni anni che collaboro con Samuel – spiega Lotti -. L’ho sempre invitato a partecipare alle mie recenti iniziative artistiche e alle mostre collettive, fortemente convinto delle sue grandi potenzialità espressive, penso ad esempio alla performance live che ho organizzato nella chiesa di San Pietro a Balconevisi dove, lo scorso ottobre, in poche ore, davanti a un folto pubblico, l’artista ha realizzato l’opera ‘Sogni di gloria’ con la tecnica della spray art dedicata al paese”.

San Miniato è la città in cui Muz è nato e che lo ha visto crescere artisticamente e umanamente anche grazie alle giovanili frequentazioni di amici locali: “Il soggetto dell’opera ritrae uno scorcio delle campagne saminiatesi, per la precisione si tratta della frazione di Isola, da dove è possibile vedere stagliarsi maestosa la torre federiciana – spiega Muz -. Ho scelto questa immagine perché il mio scopo è stato quello di trovare una rappresentazione che racchiudesse in sé la quiete e la bellezza della campagna locale, senza andare, per una volta, a ‘scomodare’ la conosciutissima Rocca. Da qui, infatti, l’idea dell’elemento in basso a destra che è completamente illuminato, bianco. Ed ecco che quello che doveva essere a prima vista in secondo piano, viene ancor più evidenziato acquisendo maggior importanza”.

“La necessità dell’artista di esibirsi dal vivo – aggiunge Lotti – nasce dall’esigenza di dimostrare che la tanto vituperata bomboletta spray può essere anche un mezzo espressivo che va oltre le banali scritte sui muri. Realizzando l’opera su tela, Muz ne sancisce un valore più duraturo, in qualche modo, innalzandola ai valori tradizionali più legati alla classicità”.

“Ho avuto modo – spiega il sindaco – di incontrare Muz proprio durante la sua performance a Balconevisi e ne ho ammirato molto le sue capacità artistiche e anche umane. Sono davvero felice che la nostra biblioteca possa accogliere un’opera bella e significativa, realizzata da un giovane artista del territorio dotato di grande talento. Credo che i giovani abbiano bisogno di un supporto che li stimoli nelle loro scelte e ne valorizzi le attitudini, proprio come noi abbiamo voluto fare con gli spray colorati di Muz che, a tutti gli effetti, sono straordinarie opere d’arte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.