Il Cda del Palio di Fucecchio incontra le contrade, prima Torre

Cei: "Colmare la distanza che separa il Cda dal popolo dei contradaioli"

Ascoltare le domande, le esigenze e le proposte dei contradaioli, conoscersi più da vicino e far crescere sempre più il palio di Fucecchio: è questo l’obiettivo degli incontri che il Cda del Palio, l’organo operativo dell’assemblea, per la prima volta dalla nascita della manifestazione, sta organizzando con tutte le contrade. Dopo la prima riunione a Torre, questa sera, mercoledì 5 febbraio, sarà la volta di San Pierino.

A seguire, tra febbraio e marzo, gli incontri del Cda presieduto da Nicolò Cannella proseguiranno con le altre contrade. Un tour fortemente voluto per avere un tavolo di confronto comune su tutte le questioni inerenti al Palio.

“Questi appuntamenti – spiega Daniele Cei, assessore delegato al Palio – rappresentano un momento di incontro importante per conoscersi e confrontarci e possono aiutarci a colmare la distanza che separa il Cda dal popolo dei contradaioli. In questo modo le contrade hanno la possibilità di porre quesiti, domande, ma anche proporre idee e nello stesso tempo il Cda potrà comprendere le esigenze che arrivano dalla base e farne tesoro per muoversi di conseguenza”.

Un percorso che va di pari passo con gli incontri che il palio di Fucecchio sta avendo con i maggiori palii d’Italia (Ferrara, Legnano, Castiglion Fiorentino, solo per fare qualche esempio) per stabilire una serie di regole comuni che possano portare alla costituzione di un soggetto rappresentativo di tutte le realtà.

Intanto nella Buca sono iniziate le prove libere in vista delle Corse di primavera, queste ultime in programma domenica 29 marzo e domenica 26 aprile. Martedì scorso, infatti, nove cavalli sono scesi in pista per il primo test. I prossimi allenamenti sono in programma nei giorni 11, 18 e 25 febbraio, 3, 10, 17 e 24 marzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.