“Positizie” e tanto altro, la Radio del buon viaggio insegna ad ascoltare

Il progetto tutto under 25 nato dalla comunità pastorale di Capanne, Marti e Montopoli

Si chiama Radio del buon viaggio anche se, per adesso, ognuno la conduce da casa propria. Il viaggio è inteso anche come percorso per tenersi compagnia e uscire dal momento di difficoltà in cui tutti ci troviamo. È il progetto pastorale della comunità di Capanne, Marti e Montopoli nato su iniziativa di don Udoji e portato avanti dai giovani della parrocchia.

Una web radio che si fonda sulla positività, che si propone di trovare il buono che c’è sia intorno a noi sia un po’ più lontano. L’impronta pastorale rimane un punto fermo, ma i temi toccati sono molti e vanno oltre i confini del comune. Questioni leggere come le ricette o i consigli per la casa sono alternate a discussioni più engagée: tutti temi anche di interesse laico.

“A curare il progetto siamo in 11 – spiega Chiara Zolfanelli – tutti tra i 17 e i 25 anni. L’abbiamo chiamata Radio del buon viaggio per tenere compagnia ai nostri ascoltatori in questo momento di difficoltà. Abbiamo due ore di trasmissione dal lunedì al venerdì dove ci sono diverse rubriche: arte, letteratura, consigli per la casa, consigli per i bambini, una interamente dedicata agli indovinelli, una per il turismo in Toscana e nelle altre regioni vicine. In un’altra rubrica chiamiamo i paesani e li intervistiamo e poi parliamo di attualità in Italia e nel mondo. In tutto – conclude Chiara – siamo 9 speaker e 2 che si occupano della parte tecnica e del montaggio”. Ma siccome il viaggio ha intenzione di continuare anche per il post emergenza l’appello è a tutti i giovani che hanno voglia di fare qualcosa di diverso: fatevi avanti, alla Radio del buon viaggio ci sono carrozze per tutti.

La trasmissione della mattina va “in onda” dalle 11 alle 12, mentre quella del pomeriggio dalle 17 alle 18. Il sabato, invece, è il giorno del flash mob, quando, a partire dalle 15, una rassegna musicale di vario genere accompagnerà gli ascoltatori. Un’iniziativa che, dicono i ragazzi della triade pastorale, “ci rende contenti e ci offre un bel diversivo in queste giornate passate in casa”. Tutte le puntate sono visibili anche in differita sul canale YouTube Radio del buon viaggio.

È anche merito della sezione dedicata alle ‘Positizie’ se la Radio del buon viaggio ha effetti benefici sia su chi la conduce che su chi la ascolta. Una raccolta di buone notizie in Italia e nel mondo per aiutare a superare l’apprensione di questi giorni. Buone notizie che, nonostante questi tempi difficili, continuano ad accadere.

“Un mezzo di comunicazione diverso da quelli a cui siamo abituati oggi – il commento di don Udoji – che si basano sull’immagine. La radio si basa sulla parola e sulla sua potenza comunicativa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.