Quantcast

San Miniato, i Musei Civici riaprono al pubblico: sabato 13 è gratis

Un ingresso omaggio per i bambini delle scuole

Sabato 13 giugno i musei civici di San Miniato riaprono al pubblico e per tutta la giornata, l’ingresso al museo di palazzo comunale e le visite guidate all’oratorio del Loretino saranno gratuite. Riapriranno anche la Rocca di Federico II, il Museo della scrittura, l’area archeologica di San Genesio e il Museo della Memoria di San Miniato.

Fino al 30 settembre la cooperativa la Pietra d’angolo, soggetto gestore, attuerà un nuovo orario, per contenere gli accessi e garantire il servizio, mentre le tariffe resteranno invariate. La Rocca sarà aperta venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 20, con ingressi di 6 persone (al massimo) ogni 20 minuti, il MuMe sarà aperto il martedì dalle 9 alle 13 e il sabato dalle 9 alle 18 e potrà ospitare un massimo di 8 persone alla volta.

Il museo del Palazzo Comunale sarà aperto mercoledì e venerdì, dalle 9 alle 13, per un massimo di 6 persone, il Museo della scrittura sarà aperto il giovedì dalle 9 alle 13 per un massimo di 20 persone, mentre l’Area Archeologica di San Genesio sarà aperta per una domenica al mese e potrà accogliere al massimo 10 persone alla volta.

“Riaprire i luoghi della cultura cittadina – per l’assessore alla cultura Loredano Arzilli – è un passo importante verso il graduale ritorno alla normalità. Non è stato semplice adempiere a tutte le norme che sono attualmente in vigore, ma grazie alla preziosa collaborazione con la cooperativa la Pietra d’angolo, siamo riusciti a garantire la possibilità di visitare i nostri musei in completa sicurezza”.

Ingressi contingentati, utilizzo di guanti monouso (soprattutto per gli schermi in touch del MuMe), obbligo di indossare la mascherina e di igienizzarsi le mani sono le principali regole da seguire. “Stiamo anche valutando la possibilità di introdurre attività collaterali da proporre ad un numero contenuto di persone come laboratori, in modo da incrementare l’attrattività di questi spazi. Al momento è importante ripartire, seppure con un orario ridotto, lasciando invariate le tariffe, anche questo un segnale importante che vuole incentivare la visita nei nostri Musei, luoghi ricchi di storia e cultura che raccontano San Miniato e che sono un volano per la ripartenza dell’attività turistica sul nostro territorio”.

Una novità importante sarà riservata ai più piccoli. “In occasione della festa di fine anno scolastico, abbiamo deciso di donare ad ogni bambino presente un coupon valido per un ingresso omaggio nei nostri musei: un modo per far conoscere questi luoghi anche ai nostri giovani concittadini e offrire alle loro famiglie la possibilità di visitarli di nuovo o per la prima volta se ancora non lo hanno fatto”.

“In questa difficile fase di ripresa – spiega il direttore dei Musei Lorenzo Fatticcioni – e nell’auspicio di un ritorno alla normalità anche nella fruizione dell’istituzione Museo, stiamo mettendo a punto, insieme agli operatori della cooperativa la Pietra d’Angolo, una serie serrata di appuntamenti per uno ‘sguardo diverso’ sulle collezioni museali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.