Fucecchio, il museo riapre su misura e con prenotazione

In programma anche visite tematiche

Dopo la biblioteca comunale, anche il museo civico e diocesano di Fucecchio è pronto a riaprire ai visitatori. Dal 27 giugno e con una formula nuova: una visita su misura e su prenotazione, accompagnati dal personale. Chi volesse conoscere in maniera più specifica qualche aspetto della collezione o desiderasse un piccolo approfondimento tematico durante la visita non dovrà che indicarlo al momento della richiesta.

Il museo è aperto il sabato e la domenica dalle 16 alle 19 prenotando al numero 0571-268262 oppure con una e-mail a museo.prenotazioni@comune.fucecchio.fi.it entro le 12 del venerdì precedente la visita. L’accesso alla struttura è consentito a un massimo di 5 persone contemporaneamente e le visite si svolgeranno a cadenza oraria.

“Finalmente – spiega l’assessore alla cultura Daniele Cei – riapre il nostro museo ricco di storia, con una nuova formula. Torniamo dal vivo con un’opportunità in più, quella di farsi raccontare le opere e la storia di Fucecchio dalla viva voce del direttore Andrea Vanni Desideri”.

Ogni primo e ultimo sabato del mese il museo propone inoltre, ai visitatori che prenotano, una visita speciale di una delle sezioni partendo dai temi trattati nella rubrica on line #paroladidirettore, si inizia il 4 luglio in compagnia di Andrea Vanni Desideri, direttore del museo, con “Il leggio Ferrini e la sala del Seicento” proseguendo poi il 25 luglio con un appuntamento per piccoli coraggiosi sarà possibile, sempre su prenotazione, incontrare la misteriosa abitante del Museo Tommasia Paperini e fare un viaggio nelle botteghe d’artista del Quattrocento.

Nel mese di luglio ci saranno inoltre due appuntamenti nell’ambito dell’iniziativa regionale “Le notti dell’archeologia e aprirà le visite tematiche del mese di agosto Mirco Bagnesi con un approfondimento tematico sulla sala del 500 mentre il 5 settembre sarà dedicato alla produzione ceramica sempre in compagnia del direttore al quale si affiancherà Gabriele Campigli per una prova pratica di lavorazione dell’argilla.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.