Quantcast

Nel Valdarno i musei diventano digitali e interattivi fra tour virtuali e ricostruzioni 3D foto

Sabato la presentazione del progetto che coinvolge realtà di Castelfranco, San Miniato e Santa Maria a Monte ed ha ottenuto un contributo regionale

Il futuro dei musei? È digitale e virtuale anche in Valdarno.

La tecnologia fa compiere al sistema museale del Valdarno un passo avanti con il progetto Musei + digitali e interattivi, realizzato con il contributo della Regione Toscana nell’ambito dell’avviso Sistemi Museali 2020.

musei interattivi digitali Valdarno

Fra le proposte un viaggio virtuale attraverso antichi borghi ricostruiti in 3d; una visita guidata alla scoperta di chiese e musei fatta direttamente dal proprio divano, o in giro con lo smartphone.

L’iniziativa verrà presentata sabato (17 aprile) alle 10,30, in diretta streaming sulla pagina Facebook @ValdarnoMusei. Nell’occasione saranno presentati i nuovi percorsi digitali realizzati dai Musei del Valdarno di Sotto che potenziano gli strumenti web e multimediali mettendo a disposizione degli utenti nuovi modi per fruire del patrimonio storico e artistico del territorio.

Il progetto è stato realizzato durante il periodo di chiusura al pubblico dei poli museali: le attività dei musei non si sono fermate, hanno infatti generato nuove soluzioni per fare cultura.

Il progetto ha previsto la realizzazione di nuovi contenuti digitali per i musei del Valdarno, oltre alla predisposizione di una guida virtuale. Per ogni membro del sistema museale è stato realizzato un video che sarà inserito all’interno del sito web www.valdarnomusei.it ma potrà essere anche fruito all’interno degli stessi spazi museali.

I comuni di Castelfranco di Sotto, Montopoli Val d’Arno e Santa Maria a Monte, hanno realizzato una video-ricostruzione 3d dei castelli in epoca medievaleche illustrano le sembianze degli attuali centri storici nel loro periodo di maggiore attività. I video, che hanno tutti una durata di circa 10 minuti, con commento sonoro in italiano e inglese, sono spesso arricchiti da immagini e contributi video da drone, e hanno previsto un importante sforzo da parte degli esperti storici e dei tecnici al fine di ridisegnare la città così come doveva apparire un tempo.

Questi contenuti regaleranno agli utenti un’esperienza unica: sarà come fare un viaggio a ritroso nel tempo per riscoprire le origini e lo sviluppo del Valdarno inferiore.

Il museo diocesano di San Miniato e il Comune di San Miniato hanno invece deciso di realizzare un video di presentazione rispettivamente sul museo diocesano e sulla sala delle Sette Virtù. In questo caso sono state realizzate riprese video ad alta risoluzione degli spazi e delle opere, con commenti sonori in italiano e inglese. I video potranno così presentare le collezioni museali e gli spazi a curiosi e turisti.

Nell’ambito del progetto Musei + digitali e interattivi è stato inoltre realizzato un sistema di guida virtuale. L’utente, una volta entrato all’interno del museo o in uno spazio fisico (ad esempio, a Castelfranco è stato fatto sul centro storico) semplicemente scansionando un Qr Code o utilizzando un comodo tag Nfc (posto vicino ad alcune opere o monumenti), verrà collegato ad una pagina specifica con testi e immagini di approfondimento. Il sistema è stato progettato per poter essere ampliato in futuro con nuovi contenuti e nuovi hotspot.

Sabato (17 aprile) sarà mostrata un’anteprima video di 5 minuti per presentare un assaggio dei vari contenuti realizzati. Attraverso brevi interventi, ognuno dei direttori dei vari musei illustrerà il progetto. Modera Chiara Bonciolini, assessora alla cultura Comune di Castelfranco di Sotto.

Interverranno Monica Baldassarre, direttrice del Museo Civico di Montopoli, Mariano Boschi del Comune di Santa Maria a Monte, Andrea Vanni Desideri, direttore dei musei archeologici di Castelfranco di Sotto, Lorenzo Fatticcioni, direttore dei musei civici di San Miniato, Elisa Barani, direttrice del museo diocesano d’arte sacra e Andrea Lippi di Digitalismi.

Hanno collaboratore alla realizzazione del progetto Andrea Lippi (Digitalismi) per le ricostruzioni 3d e il montaggio video, Andrea Giuntini e Alice Dettori per il commento sonoro rispettivamente italiano e inglese, Gabriele Bochicchio per le registrazioni sonore, Silvia Leporatti per la revisione e preparazione di alcuni testi, Alessia Meneghin per le traduzioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.