Quantcast

Teatro di Bo’, sarà un’estate ricca di eventi

Dalla scuola di recitazione agli Aperivintage in collaborazione con Confesercenti Valdera Cuoio

Mattinata di presentazione per gli eventi dei Pensieri di Bo‘ e del Teatro di Bo’ con la presenza di Franco Di Corcia Jr, suo direttore artistico e fondatore, Mattia Pagni e Bianca Macerini Papini, creativi del Teatro di Bo’, e i rappresentanti di Confesercenti Toscana nord del territorio, Alessandro Cai, presidente Confesercenti Valdera Cuoio, Giacomo Lazzeri, coordinatore di Zona, e Simone Romoli, responsabile Area Pisana.

Confesercenti, infatti, collaborerà con il teatro nella realizzazione degli AperiVintage che coinvolgeranno le attività di Salumificio Rosi e Vini Marzocchi Montefoscoli.

“Come è noto – spiega il direttore artistico – il settore dello spettacolo dal vivo è in una situazione di crisi profonda causata dalla pandemia. Sopravvivono alla crisi solo quei teatri finanziati dallo stato tramite il Fus, mentre le realtà piccole e/o indipendenti come la nostra (definite in gergo Teatro Off) sono al collasso. Non ci prolunghiamo oltre anche perché so per certo che la situazione in cui versiamo tutti sia bene chiara per quanti sanno leggere il contemporaneo. Questo periodo di ‘chiusura’ ci ha portato però a riflettere sulla utilità di diversificare le nostre azioni. Non solo per dare risposte alla ‘crisi’ ma guardando oltre la crisi”.

“Come istituzione culturale e come artisti – ha commentato – sentiamo forte la responsabilità di costruire nuove fondamenta dove poggiare processi creativi identitari aiutando ed aiutandoci nel processo fondamentale, secondo noi, della ‘cura’. È in questa ottica che abbiamo iniziato la costruzione di attività per il tempo dell’estate: dedicando ad esso il processo della socialità (la cura degli altri e di noi con gli altri)”.

“Fin dalla nostra costituzione, oramai più di vent’anni fa – prosegue – ci siamo sforzati nella cosaruzione di reti sul e nel territorio: con le scuole, gli enti pubblici, le associazioni di categoria, Agenzie formative, le strutture di volontariato e con quanti vivono l’arte e le sue sfumature. Abbiamo sempre creduto nell’importanza della rete. Ciò ci ha fatto sentire meno soli. E anche oggi, nel presentare le nostre attività, siamo ‘ricchi’ della presenza e collaborazione di nuovi soggetti e creature poetiche”.

“Anche in questo nuovo corso dei Pensieri di Bo’ abbracciamo ‘la cura degli altri’ sostenendo l’Aasociazione della Valdera Non più sola a sostegno delle donne affette da Tsm: anche per il 2021 devolviamo 2 euro delle tessera associativa del valore di 10 euro. La nostra Associazione sta valutando anche altre attività di sostegno solidale a strutture che conducono battaglie importanti. Voglio ricordare la frase che guida le nostre scelte: Noi siamo chi incontriamo“.

“Preme anche dire – prosegue – che la nostra struttura dal 2018 è socio promotore del Cresco, Coordinamento delle realtà della scena contemporanea. Cresco è un coordinamento nazionale che raccoglie e rappresenta oltre 100 tra artisti, professionisti, strutture e festival che utilizzano i nuovi linguaggi della scena e si pone quale interlocutore propositivo presso le istituzioni nazionali. Da luglio 2020 è tra i firmatari del Manifesto consulta permanente per le arti e lo spettacolo e da 15 giorni sono nella segreteria nazionale di tale organo”.

Le attività estive

La scuola di teatro: laboratori teatrali e creativi per bambini, ragazzi ed adulti sia su Santa Maria a Monte ed alcune attività anche su Pontedera all’interno dello Spazio Golena. Le Favole di Peter Pan in tour: incontrare i bambinii e le loro famiglie nei giardini e Spazi Verdi del Comune. Gli incontri si concluderanno con lo spettacolo in teatro il 31 luglio.
Aperi-vintage da sabato 12 giugno: “Significa stare insieme nella costruzione di un ‘salotto’ (il Salotto di Bo’) dove scambiarsi, raccontarsi e ‘guardare oltre’. Il tutto con un occhio vintage. Il progetto vede la collaborazione della Confesercenti e grazie al contributo del Salumificio Rosi e Marzocchi vini tipici di Toscana saranno offerti i loro prodotti ai partecipanti. Il progetto è curato dai creativi della struttura Mattia Pagni e Bianca Macerini Papini”. Infine la bottega di Bo’: Ll vendita on line degli abiti ‘vintage’ del teatro un modo diverso per sostenere i nuovi linguaggi poetici ed artistici dei Pensieri di Bo’.

“L’animazione commerciale e la valorizzazione turistica dei luoghi – chiude Alessandro Cai per Confesercenti – passano attraverso la realizzazione di eventi e iniziative capaci di richiamare il pubblico. Finalmente diventa possibile proporre nuovamente momenti di intrattenimento e riappropriarsi di spazi di socialità come quelli offerti dalla rassegna estiva dell’associazione Pensieri di Bo’, grazie anche all’accelerazione della campagna vaccinale. Il commercio locale ha bisogno di questo tipo di iniziative, poiché la conformazione del paese non permette un naturale passaggio e sosta di persone che vengono da fuori, come ad esempio a Bientina. Di conseguenza abbiamo bisogno di iniziative che siano appetibili per portare le persone nel centro del nostro borgo, in modo tale da aiutare anche l’economia dei nostri commercianti. Un ringraziamento particolare al nostro coordinatore di zona Giacomo Lazzeri per il prezioso lavoro di collegamento con Confesercenti che ha reso possibile la nostra partecipazione alla rassegna”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.