Quantcast

‘Giugno Di-vino’, proseguono gli appuntamenti alla tenuta di Poggio a Pino

Kermesse promossa assieme all’azienda vitivinicola Cosimo Maria Masini in collaborazione con Vignaioli San Miniato e San Miniato Promozione

Sono quattro gli eventi che caratterizzano il Giugno Di-vino, la kermesse promossa e organizzata dalla Tenuta di Poggio a Pino e dall’azienda vitivinicola Cosimo Maria Masini in collaborazione con Vignaioli San Miniato e San Miniato Promozione per un tuffo nella Toscana più bella e vera.

Circondati da splendide colline, le stesse che guardava Leonardo, e immersi in una delle tenute più belle della Toscana dove ha soggiornato anche Napoleone, è il momento delle degustazioni a tema unite alle danze, agli spettacoli, alla musica e alle meditazioni.

Il primo appuntamento Raga e Tala è stato giovedì (3 giugno). Protagonista dell’evento è lo chef Fabrizio Marino, del ristorante Maggese. Venerdì (11 giugno) dalle 18 è dedicato a Napoli e alle sue grandi tradizioni con Tammorra e Pizze fritte. E proprio quest’ultima, la celebrata pizza fritta è proposta da Giovanni Santarpia, lo chef che da Castellammare di Stabia ha portato a Firenze colori e sapori della tradizione gastronomica napoletana. Santarpia, definito il tempio della pizza, rappresenta il connubio perfetto fra tradizione napoletana e ricerca continua e accurata di ingredienti di prima scelta. A far da cornice all’evento dedicato alla città partenopea e alla sua cultura, non solo gastronomica, lo spettacolo di burattini e guarattelle dei Fratelli Capone, il Teatrino Kerè oltre a musiche e danze della tradizione napoletana a cura di Las Curanderas Trio. Completano il programma le degustazioni di vini del Podere Pellicciano e dell’azienda Cosimo Maria Masini.

Sabato 19 giugno con Ritmi DiVini è dedicato all’Africa. Dalle 15 si potrà assistere allo stage di danza e percussioni dell’Africa ovest a cura di Africa In e Ponte d’Africa con i maestri Alain Frank Nahi (danza), Boris Pierriou (percussioni). Lo spettacolo dal vivo è della compagnia Giguywassa. Alla kermesse musicale si abbinano le proposte de l’Hamburgheraccio, ultimo nato dalla lunga tradizione de La Bisteccheria San Miniato e della Macelleria Lo Scalco, non si potrà chiamarlo panino, troppo riduttivo per un prodotto gourmand che fa rima stretta con il territorio. In abbinamento i vini del Podere Il Giardino e di Cosimo Maria Masini.

L’ultimo appuntamento dal tema Meditazione e vini è per giovedì 24 giugno dalle 18,30. Paolo Fiaschi, chef del ristorante Papaveri e Papere, famoso per la sua ricerca in cucina, per il giusto equilibrio tra tradizione e innovazione contemporanea e l’attenzione a ogni materia prima della cucina, incontra l’eccellenza dei vini di Cosimo Maria Masini e Pietro Beconcini. La cornice culturale dell’evento che chiude Giugno Di-vino vede Sara Verderi e Loretta Morrone accompagnate dalle note dell’arpa di Giulia Tanzini. I Tablà di Francesco Gherardi guideranno due tipologie di meditazioni, la prima in Movimento (Feldenkrais MethodÒ) e la seconda in Onde Theta (Tetha HealingÒ), per proseguire con la presentazione del libro di Sara Verderi Il sacro femminile nelle costellazioni familiari. Ma l’ultimo tocco sonoro per il San Giovanni sanminiatese è a ritmo di musica con dj set Vineria Sonora.

Per tutti gli appuntamenti l’ingresso è con prenotazione obbligatoria e i posti sono limitati.

Per ulteriori informazioni o prenotazioni: info@cosimomariamasini.it, telefono 340.0814197 e 340.3726687.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.