Quantcast

“Un resistente senza armi”: a Castelfranco il libro su Remo Bertoncini, fucilato dai nazi-fascisti

Scritto da Danilo Bonciolini, la presentazione venerdì (18 giugno)

Fucilato perché si rifiutò di passare con la Repubblica sociale italiana, la Repubblica di Salò. L’ultimo giorno di vita per Remo Bertoncini, di Castelfranco di Sotto, fu il 25 marzo 1944. A lui oggi è intitolato il corso principale del paese e venerdì (18 giugno) alle 18 all’Orto di san Matteo sarà presentato il libro di Danilo BoncioliniRemo Bertoncini. Un resistente senza armi”, edito da Tagete edizioni.

Oltre all’autore, sarà presenta il sindaco Gabriele Toti per i saluti iniziali e poi Bruno Possenti, presidente dell’Associazione nazionale partigiani per la provincia di Pisa, Michele Battini e Gianluca Fulvetti dell’Università di Pisa e l’editore Michele Quirici.

L’evento si svolgerà in presenza, con il rispetto delle distanze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.