Quantcast

‘Polvere’, a San Miniato in scena lo spettacolo che racconta i danni dell’Ilva di Taranto

Domani (1 luglio) in Piazza del duomo in occasione della Festa del teatro

Domani (1 luglio) in Piazza del duomo a San Miniato, in occasione della Festa del teatro, andrà in scena Polvere, lo spettacolo vincitore Trac Puglia e In-Box – Rete di sostegno del teatro emergente italiano 2020.

Con il sostegno di Crest e Compagnia Cesare Giulio Viola, patrocinato dai Comitati Cittadini e lavoratori liberi e pensanti, per la regia di Giulia Paoletti, in scena ci saranno Marina Lupo, Claudio Spadaro, Andrea Lintozzi e Pierfrancesco Nacca. Scene di Alessandro Chiti, musiche di Marco Bruno.

Polvere è il pretesto per raccontare dal punto di vista di una famiglia tarantina, gli effetti che la grande acciaieria (Ilva) provoca ai danni della città di Taranto e dei suoi abitanti. La famiglia Cataldo è composta da Mimmo, Marina e il figlio Piero, insieme vivono nel quartiere Tamburi a ridosso dell’impianto siderurgico. Polvere racconta la storia di una famiglia appesantita dal piombo, dal nichel, dalla diossina, dall’arsenico, dal benzopirene. Una famiglia che fondamentalmente si ama ma che è avvelenata e il veleno in circolo darà luogo ad uno scontro generazionale (tra padre e figlio) senza esclusione di colpi.

Info e biglietti: 0571.400955 – biglietteriadrammapopolare@gmail.com, https://www.diyticket.it/events/Teatro/4736/polvere e https://www.facebook.com/events/2975135506099681/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.