Quantcast

Ancora una liberazione all’oasi di Arnovecchio, a prendere il volo saranno le civette foto

Appuntamento questo venerdì (27 agosto) alle 19. Evento gratuito con prenotazione obbligatoria. Consigliati binocolo, pantaloni lunghi e repellente per zanzare

Ancora rapaci che ritrovano la possibilità di volare liberi grazie all’attenzione e alle cure del Cetras – Centro toscano recupero avifauna selvatica di Empoli. E, come già avvenuto lo scorso 14 agosto, lo fanno di fronte a un pubblico ormai affezionato all’oasi naturale, cuore verde pulsante a due passi dalla città. Si tratta di esemplari recuperati, curati, riabilitati e reintrodotti in natura di avifauna selvatica in difficoltà, in particolare rapaci.

Il Cetras, nato nel 1993 e gestito da volontari, organizza spesso iniziative con il centro Rdp padule di Fucecchio che, in collaborazione con Legambiente empolese valdelsa, gestisce l’area di Arnovecchio per conto del comune di Empoli.

Massimo Marconcini, assessore all’ambiente del comune di Empoli, ha commentato: “Fa piacere che ci sia un’ulteriore liberazione pubblica di rapaci alla quale cercherò di essere presente. Ringrazio l’associazione che rende possibile questi eventi e il lavoro di tutti i volontari coinvolti. Sta aumentando la sensibilità delle persone verso quest’area naturale che pian piano in molti vengono a conoscere per bellezza, tranquillità a due passi dalla città. Come ho detto, ripristinate le condizioni di normalità, faremo qualche iniziativa tesa a valorizzarla ancora di più”.

La prossima liberazione pubblica è in programma questo venerdì (27 agosto) alle 19. Un nuovo appuntamento con i rapaci notturni, le civette, anche per dare una possibilità in più ai tantissimi appassionati che non sono rientrati nel numero contingentato di partecipanti al primo evento, tenutosi all’inizio del mese. L’apertura serale consentirà di osservare anche gli uccelli del lago e piccoli mammiferi che escono allo scoperto dopo il tramonto.

Due parole sulla civetta: è un piccolo rapace notturno dallo sguardo magnetico, che anima le notti primaverili ed estive con il suo canto. Un tempo perseguitata a causa di anacronistiche superstizioni, oggi se ne riconosce il ruolo insostituibile negli equilibri naturali.

L’evento è gratuito ma con prenotazione obbligatoria e con un numero contingentato di partecipanti. È gradito un contributo al Cetras a sostegno degli ospiti del centro recupero. Durante l’evento vanno rispettate alcune semplici norme per la sicurezza come l’obbligo di mascherina, disinfettarsi le mani con il gel fornito all’ingresso e mantenere la distanza interpersonale di un metro a esclusione dei gruppi familiari. Si consiglia, per chi può, di raggiungere l’area naturale protetta in bicicletta, mentre chi viene in auto può parcheggiare nella vicina frazione di Cortenuova e proseguire a piedi; consigliati binocolo, pantaloni lunghi e repellente per zanzare.

La prenotazione si fa esclusivamente per email all’indirizzo del Centro Rdb Padule di Fucecchio fucecchio@zoneumidetoscane.it, inviando un nominativo di riferimento, il numero dei partecipanti e un recapito telefonico per eventuali comunicazioni.

L’area di Arnovecchio, collocata in un paleomeandro dell’Arno rettificato nel corso del XVI secolo da Cosimo I de’ Medici, fu interessata in tempi più recenti da attività estrattive per la produzione di ghiaia, durate circa quarant’anni, che portarono alla formazione di alcuni bacini lacustri. Attualmente è caratterizzata da un mosaico di ambienti diversi che, sebbene di origine artificiale, con il progressivo abbandono delle attività produttive sono andati incontro a processi spontanei di naturalizzazione; le cave in particolare sono state colonizzate da numerose specie faunistiche e floristiche. Nella parte di proprietà comunale (ex Cava Pierucci) è stato realizzato un sentiero natura dotato di strutture che facilitano l’osservazione di piante ed animali selvatici e concepito per una completa accessibilità anche da parte di persone con difficoltà motorie o non vedenti: oltre a quattro osservatori della fauna ci sono infatti cartelli illustrativi e pannelli tattili con ambienti, piante ed animali in rilievo e testi in alfabeto braille.

Nel mese di agosto l’area di Arnovecchio rimane sempre aperta al pubblico nei giorni di domenica (dalle 9 alle 12): info al centro Rdp padule di Fucecchio, tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.