Quantcast

Tartufo a San Miniato, torna l’appuntamento con la Fiera mercato di Corazzano

Il sindaco Giglioli: "Ottimisti anche per la mostra mercato nazionale a San Miniato grazie al successo della campagna vaccinale".

È una delle feste dedicate al tartufo bianco più longeve di San Miniato a ritornare i prossimi sabato 2 e domenica 3 ottobre: la Fiera mercato del tartufo bianco di Corazzano. Come tutte le sagre all’epoca del Covid, servirà esibire il green pass per potersi sedere e mangiare nei locali del circolo di via Zara. È consigliata la prenotazione, al numero 057.1462804.

Questi gli orari di apertura: sabato 2 ottobre a cena dalle 19,30, domenica 3 ottobre a pranzo dalle 12,30 e a cena dalle 19,30; alle 17 di domenica ci sarà anche uno spettacolo circense, mentre alle 15 ci sarà una dimostrazione di ricerca del tartufo e alle 16,30 giochi da fiera del passato, grazie al lavoro che sta portando avanti Nello Piampiani (una delle memorie storiche di Corazzano).

Inoltre, gli organizzatori – circolo Arci, Associazione sportiva e cooperativa – hanno dato un tema a questa edizione. Sarà i robi vecchi, nel senso che le famiglie di Corazzano sono state invitate a togliere dalle proprie soffitte un ricordo e ad esporlo con una frase che lo rappresenti. “È un tema – racconta Marzia Bellini del circolo – a cui lavoriamo da agosto: quest’anno siamo stati ispirati da una frase contenuta nel libro di Simone Cristicchi, così abbiamo chiesto alle nostre famiglie di esporre qualcosa a loro caro con una frase a descriverlo. Avremo anche un circo, senza animali. E ovviamente i piatti che ci contraddistinguono da sempre”.

Alcuni ‘robi vecchi’ arriveranno sicuramente da Monica Nacci (titolare di Nacci Tartufi), la cui storia familiare e lavorativa affonda le proprie radici nella Corazzano che fu: il nonno è stato uno dei primi tartufai e compratori di tartufi, quando San Miniato iniziò a scoprire questo tesoro dall’odore inconfondibile. Alla conferenza stampa di presentazione è intervenuto anche il sindaco Simone Giglioli: “Questo è un luogo prediletto per i tartufi e per i tartufai: rispetto all’anno scorso siamo più ottimisti riguardo il futuro di queste iniziative e anche per lo svolgimento della mostra mercato nazionale a San Miniato. Questo grazie al successo della campagna vaccinale. Dico grazie ai volontari che si impegnano nonostante vincoli e responsabilità. Questa è la socialità che tanto ci è mancata”

Il presidente di San Miniato promozione Marzio Gabbanini ha condiviso le parole di elogio del primo cittadino: “Questa è una comunità viva e vitale grazie alle associazioni e ai volontari. C’è bisogno di riprendere la socialità e stare assieme; sono certo che l’iniziativa avrà successo e rinnovo l’invito a tutti a rivolgersi a noi se c’è la volontà di promuovere le eccellenze sanminiatesi”.

L’intensa vita di Corazzano è frutto dell’impegno costante del locale circolo Arci e della cooperativa, associazioni ormai centenarie, dell’associazione sportiva e di innumerevoli abitanti dotati di grande entusiasmo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.