Quantcast

Capecchi: “Dobbiamo permettere a Montopoli Valdarno di avere il posto che merita in Toscana”

Un video in inglese per raccontare il territorio e la sua storia all'Europa

“Un salto di qualità che noi dobbiamo raggiungere per permettere al nostro comune di avere il posto che merita in Toscana”. Con questa intenzione, il comune di Montopoli Valdarno ha commissionato un documentario sulle bellezze di Montopoli che diventi biglietto da visita per presentare il territorio e il suo patrimonio artistico e culturale in sede di europrogettazione alla Commissione Europea.

Presentare il comune ai potenziali turisti, certo, agli investitori, ma anche al mondo che conta, quello che ogni giorno, da ogni parte del continente, si affaccia sui portali dedicati ai comuni della Commissione Europea, a caccia di partenariati e triangolazioni a più enti da mettere insieme per bandi e ricerca di finanziamenti.

Anche per questo è nato questo documentario di alcuni minuti che ha come protagonista assoluto il comune di Montopoli. Il “biglietto da visita” è stato lanciato ufficialmente oggi pomeriggio sui canali social dell’amministrazione comunale (e qui sotto) e prova racchiudere in cinque minuti le bellezze artistiche, paesaggistiche, storiche e culturali del comune.

“Il video promozionale – ha aperto il sindaco Giovanni Capecchi – per valorizzare le potenzialità che ha il comune di Montopoli sarà il nostro biglietto da visita sui portali della commissione europea, ma anche per la promozione del territorio. Qui è racchiuso il bello e la ricchezza che questo territorio può offrire, dai gioielli architettonici come il Conservatorio di Santa Marta alle eccellenze delle nostre aziende”.

Vedute aeree si alternano a piccoli dettagli in una continua scoperta anche per chi conosce bene questi luoghi. “Si tratta di un punto di partenza – ha aggiunto Valerio Martinelli assessore alla promozione del territorio e curatore dell’iniziativa – questo video è in inglese ed è lo strumento con il quale ci presentiamo in Europa e ai turisti. Qui offriamo alcuni scorci e sguardi: é la prima tappa di un processo più duraturo. I prossimi appuntamenti potranno essere dedicati a degli approfondimenti sulle specifiche realtà. Ringrazio chi ha collaborato alla buona riuscita, imprese, associazioni ed enti. Un lavoro di squadra con un grande obiettivo comune”.

Nelle immagini si vede l‘ex convento di Santa Marta, la Torre di San Matteo e il centro storico, le ricchezze del Museo Civico, il Santuario di San Romano e la chiesa di Marti, la Pieve di Santa Maria Novella. E ancora, Torre Giulia e atri scorci, sino a parlare anche della Battaglia di San Romano. Poi ci sono le eccellenze enogastronomiche il vino e la carne e quelle artigianali della lavorazione della pelle. “Montopoli è uno scrigno – ha concluso l’assessora alla cultura e al turismo Cristina Scali -. Questo video è un invito a guardare oltre le porte, perché dietro sono conservate delle meraviglie. Guardandolo si ha una scossa. La bellezza è qui, davanti ai nostri occhi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.