Quantcast

Opera SpathaCrux cambia nome e lancia 3 nuovi appuntamenti

Diventa di Speranza e Cultura e si propone di raccontare la storia e la cultura di San Miniato in vista del Giubileo

Opera SpathaCrux Onlus riparte da 3. Tanti sono gli eventi in programma per l’associazione nata nel 2014 a San Miniato e che non si è fermata neppure durante il lockdown. “E’ stato un periodo – spiega il presidente Valerio Martinelli – in cui l’Osc ha avuto modo di riorganizzarsi e di cambiare volto e nome in Opera di Speranza e Cultura. Prima delle chiusure e delle restrizioni dovute al contenimento della pandemia, l’associazione ha portato avanti molte iniziative dedicate alla partecipazione e alla promozione delle bellezze del nostro territorio, lo stop della pandemia ci ha permesso di riflettere e di riscoprire l’importanza dell’essenzialità delle cose e del nostro impegno. Ci presentiamo, in continuità, con questa nuova Opera di Speranza e Cultura sul nostro territorio”.

Le iniziative e i progetti in cantiere sono numerose e hanno tutti lo scopo di promuovere la partecipazione alla cosa pubblica da parte dei giovani e allo stesso tempo attivarsi per far conoscere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale della zona.

Oltre all’evento in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato (qui), ce ne sono uno a Pisa e un terzo nuovamente a San Miniato. “Mercoledì 24 novembre, al centro Cappuccini di Pisa organizzeremo un incontro dal titolo ‘Ridefinire il Volontariato. Prospettive future alla luce della riforma del Terzo Settore e dell’emergenza da Covid 19’, durante il quale presenteremo insieme alle Acli, Caritas e a Cesvot, il volume ‘Ridefinire il volontariato’, curato da Emanuele Rossi del Sant’Anna e da Luca Gori”. Poi giovedì 16 dicembre, a San Miniato, ci sarà un’iniziativa sul tema della legalità, del contrasto alla mafia e del ruolo dei giovani, a cui parteciperà il giudice Roberto Di Bella, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Catania e autore del libro ‘Liberi di scegliere’ che tratta di giovani strappati alla ‘ndrangheta e che ha ispirato anche una fiction Rai.

“Le nostre comunità hanno bisogno dell’intraprendenza e della fantasia dei giovani – dice il vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca – l’Opera di Speranza e Cultura, che nasce dal cammino dell’Opera SpathaCrux, è una bellissima occasione che consente loro di essere protagonisti nel promuovere cultura, riflessione e partecipazione: l’augurio è che queste iniziative fatte da giovani servano soprattutto a tanti altri giovani”.

Oltre agli eventi, saranno poi lanciati ulteriori progetti. Tra questi, ci sarà anche la realizzazione di una serie di video documentari che tratteranno della storia, del patrimonio artistico e paesaggistico di San Miniato che saranno utilizzati per la valorizzazione del Giubileo della Diocesi di San Miniato (per saperne di più sul Giubileo). “Un modo per contribuire alla valorizzazione del territorio e per far conoscere a tutti, anche e soprattutto ai più giovani, le bellezze che ci circondano quotidianamente e che caratterizzano la nostra Diocesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.