Quantcast

Le serie cinematografiche da recuperare

Più informazioni su

Al giorno d’oggi la serialità, intesa come narrazione in più parti di un’unica storia, è spesso associata alle sole serie tv, indiscusse protagoniste degli ultimi anni di intrattenimento visivo. La crescita delle serie televisive in effetti non sembra conoscere battute d’arresto, con ingenti investimenti anche da parte di operatori tipicamente impegnati nel mondo del cinema come Marvel. La qualità delle serie tv è sensibilmente aumentata, e anche grazie alle piattaforme di streaming il numero di possibili fruitori è in continua crescita. Eppure la serialità non è appannaggio esclusivo delle serie tv: il cinema, infatti, ha spesso fatto uso di una narrazione in capitoli, per i più diversi motivi. I singoli film tendono a essere più autoconclusivi rispetto ai singoli episodi di una serie tv, e vanno spesso a comporre un quadro che, per complessità e stratificazioni, non ha nulla da invidiare alle più osannate serie tv moderne.

cinema

È per esempio il caso di Ritorno al Futuro, film del 1985 e prima parte della trilogia completata dai capitoli usciti nel 1989 e nel 1990. Il primo film in realtà era stato pensato per essere autonomo, ma il finale lasciato volutamente aperto si prestava a un proseguo della narrazione, cosa poi avvenuta grazie al successo del primo capitolo. La trama è ben nota e rappresenta un cult del cinema anni ’80 e del tema dei viaggi nel tempo; il successo è stato tale che nel 2015, anno che insieme al 1955 e al 1885 è stato visitato dal protagonista, fan di tutto il mondo si sono organizzati per rivedere la trilogia e omaggiare il viaggio nel futuro di Marty.

Un po’ più particolare la storia di Jurassic Park, al cui primo storico film del 1993 sono seguiti quattro capitoli nel 1997, 2001, 2015 e 2018; anche in questo caso, il primo capitolo è velocemente diventato un cult movie, rappresentando l’incasso più alto di sempre al cinema prima di venire superato da Titanic, nel 1997. Ispirata dall’omonimo romanzo di Michael Crichton, per il quale prima ancora della sua pubblicazione Steven Spielberg si assicurò i diritti per un film, la serie è composta da due trilogie connesse, distinte dal titolo Jurassic Park la prima e Jurassic World la seconda. Ambientazioni condivise e alcuni personaggi ricorrenti completano i collegamenti fra le due, e per quanto sia opinione diffusa che il franchise abbia perso un po’ dell’originalità degli esordi, si tratta pur sempre di una serie cinematografica che rappresenta una pietra miliare del cinema.

cinema girona

Merita una menzione speciale poi la serie Ocean’s, composta da tre capitoli principali usciti nel 2001, 2004 e 2007, e da uno spin-off, uscito nel 2018. La serie di film è un punto di riferimento del genere heist movie, e la trama parte da una rapina organizzata in tre differenti casinò di Las Vegas. In realtà, si tratta di un remake di un film del 1960: Colpo Grosso, o Ocean’s 11 secondo il titolo originale. Il film del 2001, che ne mantiene il nome, pone le basi per la trilogia e lo spin off facendo contemporaneamente un ottimo lavoro di ammodernamento: il remake mantiene infatti intatto il fascino dell’opera originale del 1960, in grado ancora oggi di rappresentare una pietra miliare del genere nonostante, complice anche l’odierno dominio delle piattaforme online sul mercato, risulti quasi nostalgico. Altro aspetto mantenuto è il cast corale: nel 1960 avevano partecipato al film personaggi del calibro di Frank Sinatra, Dean Martin e Sammy Davis Jr.; nel remake si trovano secondo la stessa logica alcuni degli attori più rappresentativi degli anni 2000 come George Clooney, Brad Pitt, Matt Damon e Julia Roberts.

Infine, ma non certo per importanza, impossibile non concludere con Indiana Jones. La serie cinematografica, nata dallo stesso autore di un’altra pietra miliare delle serie cinematografiche come Star Wars, è composta dalla trilogia classica con i film usciti nel 1981, 1984 e 1989, più un quarto capitolo meno amato uscito nel 2008. L’autore del protagonista, George Lucas, ideò la figura dell’archeologo avventuriero basandosi sui vecchi classici del cinema degli anni ’30, periodo storico che non a caso fa da sfondo alle vicende dei film. In grado di vincere complessivamente 7 Premi Oscar, la trilogia classica è rapidamente diventata un cult del cinema, e ancora oggi rappresenta una serie che merita di essere vista e rivista.

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.