Quantcast

Lista della spesa di dicembre: frutta e verdura di stagione per la tavola delle feste

Il Natale è alle porte e state già pensando al menù? Ecco cosa mettere nella lista della spesa di dicembre, tenendo conto sia della stagionalità sia delle nostre tradizioni culinarie.

Più informazioni su

Ogni mese la lista della spesa cambia e si arricchisce con frutta e verdura di stagione da non farsi mancare a tavola. Scegliere gli ingredienti giusti non solo assicura una più alta qualità nutrizionale, ma permette di mangiare prodotti gustosi e genuini, diversificando l’apporto di vitamine e sali minerali per fornire all’organismo i microelementi di cui ha bisogno per soddisfare tutte le sue necessità.

Per limitare i danni delle abbuffate natalizie e ridurre gli sprechi, abbiamo preparato una lista dei cibi di stagione da mettere nel carrello della spesa a dicembre per cucinare piatti sfiziosi e salutari in vista delle feste.

L’importanza della stagionalità

Grazie alle coltivazioni in serra e agli scambi commerciali con i Paesi esteri, oggigiorno è possibile acquistare in qualsiasi mese dell’anno la maggior parte della frutta e delle verdure, salvo alcune eccezioni come le castagne e le angurie.

Gli amanti della buona cucina, però, sanno bene che i prodotti freschi e stagionali, meglio ancora se a chilometro zero, regalano sapori unici e genuini ai nostri piatti, argomento che già di per sé basterebbe a convincerci dei vantaggi di questa scelta.

Ma non è tutto: acquistare alimenti di stagione, oltre a garantirci il giusto apporto di nutrienti, utili a contrastare i primi freddi e i malanni stagionali, significa rispettare il ciclo biologico della natura, permettendo di trasformare un dono spontaneo della terra in una creazione culinaria capace di soddisfare i sensi e apportare numerosi benefici alla salute.

Inoltre, preferire prodotti stagionali del proprio territorio, fa bene anche all’ambiente perché aiuta a ridurre le emissioni causate dai lunghi trasporti, contribuendo a supportare dal punto di vista economico le aziende agricole locali e i piccoli produttori ancora legati alle antiche tradizioni contadine.

Insomma, ci sono tanti buoni motivi per preferire la stagionalità e, con l’arrivo delle feste, fare la spesa e mangiare in modo consapevole diventa ancora più importante per limitare gli sprechi alimentari, sperimentare nuove ricette e vivere una magica esperienza di convivialità. E se vi preoccupa pulire e lavare i piatti dopo i pantagruelici cenoni in famiglia, aspirapolvere ciclonici e lavastoviglie arriveranno in vostro soccorso per semplificarvi il lavoro.

La frutta di stagione a dicembre

Nonostante siano frutti che ricordano nella forma e nel colore il sole estivo, gli agrumi danno il meglio di sé proprio in questo periodo. Arance, clementine e mandarini, insieme a cedri e al pompelmi, tornano a essere disponibili sui banchi dei supermercati e nelle liste della spesa di dicembre.

Perfetti da consumare freschi, sono ingredienti molto versatili per la preparazione di marmellate, salse e dolci di ogni tipo, senza contare l’elevato contenuto di vitamine A e C, calcio e potassio che aiutano a rafforzare le difese immunitarie, proteggendo l’organismo dai radicali liberi responsabili dell’ossidazione cellulare.

Nella carrello della spesa di dicembre vi consigliamo di aggiungere anche kiwi, melograni, pere, mele e cachi, ugualmente ricchi di proprietà benefiche per la salute, e la frutta secca a guscio (nocciole, mandorle e noci) che, grazie all’equilibrato apporto di sali minerali e Omega 3, contribuiscono ad abbassare i livelli ematici di colesterolo, rivelandosi molto utili anche per il nutrimento delle cellule cerebrali.

La verdura di stagione a dicembre

Dicembre è il mese in cui è possibile acquistare verdure di stagione colorate, saporite e ricche di nutrienti indispensabili sia per la salute sia per prevenire i malanni legati al freddo. Tra gli ortaggi protagonisti dell’inverno troviamo sicuramente la barbabietola che, a dispetto di quanto si possa pensare, rappresenta un’ottima fonte di vitamine, sali minerali e zuccheri, ma non per questo “nemica” della nostra nostra silhouette. Sì, perché oltre a promuovere l’eliminazione delle tossine all’organismo, favorisce la digestione, riequilibra i livelli di ferro nel sangue e non contiene grassi saturi.

Inoltre si presta ad arricchire insalate e zuppe invernali, mentre il succo di barbabietola è particolarmente indicato per chi fa sport, come fonte energetica per supportare il potenziamento dei muscoli.

Altre verdure che non dovrebbero mancare nella lista della spesa di dicembre e sulle tavole natalizie sono i cavoli e i broccoli, entrambi appartenenti alla famiglia delle crucifere e ricchi di vitamina C, sali minerali e antiossidanti.

Si possono cucinare sia al vapore, per preservarne il sapore e le caratteristiche nutrizionali, sia in padella con olio, aglio e peperoncino dopo averli sbollentati per pochi minuti in acqua leggermente salata.

Immancabili nei menù di dicembre – e in quelli delle feste – sono anche i finocchi, che essendo poveri di calorie e ricchi di fibre, rappresentano un vero toccasana sia per la linea sia per gli intestini pigri.

Infine, tra gli ortaggi da includere nella lista della spesa di Natale e Capodanno ricordiamo le carote, il porro, la cicoria, il radicchio, gli spinaci, le rape e, naturalmente, la regina dell’autunno che, però, ritroviamo anche in inverno: sua maestà la zucca!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.