Quantcast

Piccoli editori crescono: gli alunni di Fucecchio hanno scelto il vincitore del concorso nazionale di letteratura e illustrazione Gutenberg foto

Grazie a oltre 450 studenti delle classi quarte e quinte della scuola primaria è stato pubblicato il libro "Edo Bomba"

Edo Bomba è un libro illustrato dedicato ai bambini nato grazie al progetto Gutenberg, un concorso nazionale di letteratura e illustrazione per l’infanzia che ha visto protagonisti 565 alunni delle scuole primarie dei comuni di Fucecchio e Barberino Tavarnelle. Di questi, oltre 450 sono del Circolo Didattico e del comprensivo Montanelli Petrarca, i due istituti fucecchiesi di cui fanno parte tutte le scuole primarie del territorio comunale. Sono stati proprio i giovani studenti a scegliere attraverso una votazione il racconto preferito e le illustrazioni più belle che hanno partecipato al premio nazionale. Da questo progetto, promosso da Terzo Studio e finanziato dalle due amministrazioni comunali, è nato il libro Edo Bomba, scritto da Beatrice Putti, di Siena, e illustrato da Laura Fedele, di Napoli, le due vincitrici del concorso.

Ieri e oggi nelle sei scuole primarie di Fucecchio si è svolta la consegna della pubblicazione a tutti gli studenti e alle insegnanti che hanno partecipato al concorso dedicato all’inventore della stampa a caratteri mobili, Johannes Gutenberg. A consegnare il libro, che rappresenterà anche un bel ricordo del percorso scolastico di tutti i bambini, sono state Alice Masoni per Terzo Studio, le dirigenti scolastiche Marinella Pascale e Paola Cinquerrui, la direttrice della biblioteca comunale Indro Montanelli, Lisa Sciagrà, il sindaco di Fucecchio Alessio Spinelli e la vicesindaca di Fucecchio, Emma Donnini.

Il progetto aveva preso il via all’inizio anno scolastico quando ogni bambino ricevette la tessera del giudice, il quaderno con il testo delle dieci fiabe finaliste e la scheda di valutazione. Gli alunni, poi, nel ruolo di giudici, hanno letto le fiabe e hanno visto le tavole con le illustrazioni, valutandole secondo i loro gusti.  Visto il successo riscosso dal concorso Gutenberg, realizzato grazie al contributo delle amministrazioni comunali di Fucecchio e Barberino Tavarnelle e al coordinamento delle insegnanti del Circolo Didattico e dell’Istituto comprensivo Montanelli Petrarca di Fucecchio, dell’Istituto comprensivo Don Milani di Tavarnelle, l’azienda Terzo Studio è già al lavoro per riproporlo anche nel prossimo anno scolastico e magari estenderlo anche alle scuole di altri comuni.

Le fiabe finaliste del concorso di letteratura per l’infanzia sono: Edo Bomba di Beatrice Putti, Rapimento a Sognador di Lucia Burzi, Bingo Bongo di Stefano Grandi, L’uovo inatteso di Lorenzo Bettoni, Dove sono i bambini? di Chiara Bonfanti, Il piccolo naviglio di Marina Arnozzi, Io al museo non ci volevo andare di Lisa Guarducci, La città fantasma di Andrea Giuntini, Vicinanza di Bruno Bianco e La foglia che volle diventare farfalla di Daniela Cortesi. 

Gli illustratori finalisti del Concorso di Illustrazione per l’infanzia: Laura Fedele, Erika Casabio, Francesca Coscione, Stella Casparriello, Simona Ugolotti, Elena Mascolo, Mariella Cusumano, Alessandra Ciarmela, Raffaella Brusaglino, Silvia Mongardini

Beatrice Putti attualmente è una scrittrice e vive a Siena, in pensione dopo quarant’anni di lavoro come terapista con i bambini disabili nell’Azienda Asl Toscana Centro a Castelfiorentino. I libri sono stati i suoi straordinari compagni di viaggio ogni giorno lungo la linea ferroviaria Siena- Empoli. Dal 2012 ha frequentato assiduamente i corsi di narrativa e poesia di Ares Teatro ed ha partecipato a diversi workshop con Enrico Valenzi della scuola Omero di Roma, con Francesco Wallace Mencacci della Carver di Livorno e con Antonella Cilento della Lineascritta di Napoli. Il suo primo racconto I crostini di milza appare nella raccolta Quante storie per un menù, edizioni Betti (2015). A seguire il racconto Nellina nella raccolta Il vento frusciava, edizioni Betti (2015). Nel 2017 partecipa al romanzo collettivo Il cigno e la ranocchia. Storie di San Miniato (edizioni Betti), nel quale, a partire dalle testimonianze degli abitanti, si ricostruisce la memoria storica della nascita di un quartiere popolare di Siena negli anni ‘70. Nel 2017 si classifica al terzo posto al concorso aziendale dell’Asl Toscana Centro con il racconto Confessioni di una casalinga. Nel 2019 è tra gli autori di un nuovo romanzo collettivo, Lasciano solo tracce leggere (edizioni Porto Seguro) e tra i vincitori del concorso Formiche Rosse (Arci Siena) con due racconti: Il Farfalla, Il Che e io e Pora Italia. Nel 2021 riceve il primo premio al concorso letterario dell’Asl Toscana Centro con il racconto La busta azzurra.

L’illustratrice Laura Fedele nasce il 24 maggio1985 a Napoli. Sin da piccola manifesta una grandissima passione per il disegno e l’arte. Frequenta corsi privati di animazione 2D/3D, illustrazione e colorazione digitale presso la Scuola Nazionale di Comix a Napoli e presso la Scuola Internazionale di Comics a Roma. Prosegue gli studi all’indirizzo di Graphic Design presso l’Accademia di belle arti di Napoli. Dal 2009 è co-founder dello studio di design Fairy Eco Friendly. Attualmente vive a Milano, è art director della Fairy e lavora come illustratrice e designer tra Napoli e Milano.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.