Empoli, dopo due anni di stop torna il ‘Volo del ciuco’

Appuntamento sabato 18 giugno con il corteo storico, musica e negozi aperti

Dopo due anni di stop sabato 18 giugno il ‘ciuco’ torna a volare nella città di Empoli per la tradizionale rievocazione storica, giunta alla 541esima edizione.

La pandemia ha di fatto imposto una sospensione dopo il 2019 ma nel frattempo la Compagnia di Sant’Andrea ha continuato a lavorare alacremente per preparare al meglio l’edizione della ripartenza che è attesa per sabato 18 giugno, il sabato prima del Corpus Domini.

Molte le novità in programma, a partire da una nuova direzione artistica e l’orario d’apertura della festa, l’evento infatti si svolgerà dalle 18 con un preambolo dedicato ai più piccoli, un’anticipazione teatrale del Volo del ciuco con altri appuntamenti artistici che prenderanno vita durante lo svolgersi della serata che si concluderà alle 24. Per l’occasione i negozi saranno aperti e alcune attività proporranno un aperitivo o un piatto gastronomico a tema.

Il ciuco quest’anno è stato realizzato dall’artista Andrea Meini e il volo è previsto intorno alle 22,30 in piazza Farinata degli Uberti.

“Sono stati anni complicati ma non ci siamo arresi – ha detto Claudio Del Rosso presidente della Compagnia di Sant’Andrea -. Il Volo del ciuco rappresenta la nostra identità e noi tutti siamo sospinti dall’entusiasmo di questa festa che riesce a coinvolgere grandi e piccini. In questo periodo ci siamo concentrati sui punti di forza della rievocazione storica e proprio su questi abbiamo cercato di investire per rendere l’evento ancora più attrattivo ed emozionante. Anticipare l’orario di inizio dei festeggiamenti è una delle novità di questa edizione, sotto il coordinamento e la direzione artistica di Francesca Parri di Exponent, che ha creato un bel movimento di idee facendo incontrare storicità ed espressione artistica”.

“Dopo due anni di iniziative, anche quelle legate alle tradizioni popolari, stoppate dall’emergenza sanitaria, la Compagnia di Sant’Andrea riparte con uno degli eventi più attesi dagli empolesi di ogni età, il Volo del ciuco, un evento che ha sempre inaugurato l’estate in città, accendendo i riflettori su piazza Farinata degli Uberti, sul centro storico e sulle associazioni, ha sottolineato Giulia Terreni assessore alla cultura e alle tradizioni popolari del Comune di Empoli – prosegue -. Anche quest’anno, il Volo del ciuco si svolgerà in notturna, sulla scia del programma proposto nel 2019, che fece registrare un grande successo. L’auspicio di ognuno di noi è che l’edizione 2022 segni la ripresa delle attività culturali, tradizionali, promosse dalle nostre associazioni con impegno e passione, e che sia salutata da una grande partecipazione di tutti gli empolesi e non solo”.

“Una macchina organizzativa che da mesi si dedica ad ogni piccolo dettaglio per la riuscita della festa. Tutto questo non sarebbe possibile senza l’aiuto dei volontari, di tante persone che non finiremo mai di ringraziare e che impiegano molto del loro tempo per far si che questa tradizione prosegua negli anni – ha aggiunto Federico Lavezzo vicepresidente Compagnia di Sant’Andrea -. Come abbiamo sempre sostenuto si tratta di un grande gioco di squadra, dove l’impegno di ciascuno è complementare a quello degli altri. Speriamo davvero che il pubblico possa apprezzare le novità di questa edizione”.

“Gli appuntamenti  dedicati ai più piccoli così come altre performance teatrali e musicali – ha aggiunto Francesca Parri direttrice artistica dell’evento – sono l’anello di congiunzione tra la sfilata storica, i tamburini, gli sbandieratori e gli arcieri tutti insieme per creare quella vivacità culturale e storica così vitale per il Volo del ciuco. Ciascuno di loro sarà in grado di conquistare lo spettatore che potrà apprezzare l’abilità degli sbandieratori e degli arcieri, ascoltare le note dei musicisti, la bravura  degli attori e dei figuranti a rappresentare l’affresco della storia di una comunità”.

“Soddisfatti di poter collaborare anche quest’anno alla buona riuscita della festa – ha detto Nicola Nardini presidente Associazione centro storico di Empoli -. È il giusto spirito propositivo, necessario per rendere ogni appuntamento una bella opportunità per vivere il centro storico”.

Gli spettacoli

Il programma della festa inizierà alle 18 in piazzetta delle Stoviglie. Il Teatro delle dodici lune e la Compagnia Follemente presenteranno La magnifica ricetta, laboratorio teatrale liberamente ispirato alla vita di Francesco de’ Medici, storia travagliata e densa di mistero per grandi e piccini. La magnifica ricetta è una nuova produzione che ha debuttato a febbraio, ad Empoli apre la stagione estiva. Sempre nel tardo pomeriggio, nelle vie del centro storico, si esibiranno Gianluca Foresi, in arte Giullar Cortese, e Roberto Roscini, in arte Petronio. Giullar Cortese,  grande maestro di oratoria, si ispira alla tradizione medievale, reinterpretando il personaggio del giullare e riuscendo a calamitare intorno a sé, con le sue storie, il pubblico presente. Petronio, sommo medico guaritore “puranco de lo demonio”, intratterrà i presenti con i suoi irriverenti consigli. A seguire, poco prima della sfilata del Corteo storico, un primo assaggio della “empolesissima” BadaBimBumBand con “Opus Band”, un irriverente viaggio musicale fra sacro e profano.

Il corteo storico inizierà a sfilare alle 21 con partenza dalla sede della Compagnia di Sant’Andrea in piazza Guido Guerra. 200 figuranti a rappresentare i Castelli di Empoli, Monterappoli e Pontorme, indosseranno i costumi d’epoca per sfilare lungo le vie del centro. Si potranno apprezzare abiti per attinenza storica, frutto di documentazione e ricerca, dal forte impatto scenografico e curati nei minimi dettagli con dame, damigelle, nobili e cavalieri, popolani, confratelli con la “buffa”, ciascuno di loro a ricreare le atmosfere di un tempo. Ad accompagnarli i tamburini della Compagnia di Sant’Andrea, gli sbandieratori, i tamburi e le chiarine della Contrada Porta Fiorentina di Cerreto Guidi e quelli della Nobile Contrada Sant’Andrea di Fucecchio e gli Arcieri della Rocca di Montopoli. Per l’occasione passerà da Empoli, e si aggregherà al corteo, anche il gruppo dei pellegrini del monaco Zenone. L’Armata Zenone, guidata dall’artista Alberto Marconcini, che per la prima volta vedrà volare il “ciuco” tra meraviglia, cori e prediche.

Alle 22 in piazza della Vittoria si esibirà Alex Fire Show con uno spettacolo di danza del fuoco in un lungo viaggio nel Medioevo fra canti, balli e coreografie con il fuoco.

Il percorso del corteo storico

Il corteo coinvolgerà tutto il centro storico: piazza Guido Guerra, via Giuseppe del Papa,  piazza Farinata degli Uberti dove si svolgerà la benedizione del ‘ciuco’ da parte del Proposto Don Guido Engels. In piazza Farinata degli Uberti ritroveremo il Giullar Cortese che, da gran cerimoniere, sarà il perfetto anello di congiunzione fra le varie iniziative della ‘piazza’ e il pubblico. Dopo la benedizione, il Corteo storico ripartirà percorrendo via del Giglio, piazza della Vittoria, via Giuseppe del Papa, per giungere nuovamente in piazza Farinata degli Uberti per l’esibizione della Contrada Porta Fiorentina di Cerreto Guidi e della Nobile Contrada di Sant’Andrea di Fucecchio.

Alle 22,30 è atteso il Volo del Ciuco dalla cima del campanile della Collegiata, prima però sarà reso noto il suo nome, che rimarrà segretissimo fino a quel momento.

Dopo il volo il Corteo storico proseguirà in via del Giglio, via Cosimo Ridolfi, piazza Guido Guerra e in contemporanea con la ripartenza della sfilata, la street band “Opus band” proseguirà nello spettacolo itinerante nel centro storico,  insieme allo spettacolo  di Petronio in via del Giglio mentre in via Giuseppe del Papa, angolo con via Ridolfi, si esibirà nuovamente intorno alle 23 Alex Fire Show  con la danza del fuoco.

Chiusura in piazza della Vittoria con tutta l’energia  dell’Opus Band, un sapiente connubio di musica e teatro di strada, spiazzante e divertente che coinvolgerà il pubblico in questo  “viaggio saxofonico sulla via per il paradiso”. La rievocazione storica è organizzata dalla Compagnia di Sant’Andrea, patrocinata dal Comune di Empoli, in collaborazione con l’associazione Centro storico di Empoli.

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.