Agosto Orentanese, il Dolcione raffigurerà il Pegaso: un omaggio alla Regione Toscana

Per la 52esima Festa del Bignè il gran finale sarà la sfilata del 14 agosto

Tante serate d’intrattenimento e spettacolo animano in questa calda estate di Orentano, frazione di Castelfranco di Sotto. È partito lo scorso 6 agosto l’Agosto Orentanese 2022, manifestazione a cura dell’Ente Carnevale dei Bambini con la collaborazione delle associazioni paesane e il patrocinio del Comune di Castelfranco di Sotto. Un programma pieno di attrazioni: musica, spettacoli e, come da tradizione, torna l’attesa Festa del Bignè con la sfilata del Dolcione 2022 in programma domenica (14 agosto) alle 23. Per questa 52esima edizione la grande festa del Dolcione di Orentano sarà dedicata alla Regione Toscana.

L’edizione 2022 rappresenta un grande ritorno dopo il biennio di pausa a causa Covid. La rassegna riprende il filo esattamente da dove l’aveva interrotto due anni fa: il carro con sopra il mega dolce composto di bignè, che sfila tradizionalmente nella giornata conclusiva, ritrarrà il Pegaso, simbolo della Regione Toscana, della quale due anni fa ricorrevano appunto i cinquant’anni. I volontari sono all’opera per realizzare una struttura che rappresenti il Pegaso da ricoprire di bignè: la struttura, che ha un’altezza di circa 6 metri, una larghezza di 4 ed una lunghezza di 12 metri, è realizzata su un pianale mobile e sfilerà nella strada principale del paese.

La manifestazione, quest’anno supportata dalla Regione Toscana, omaggia una storia che inizia da lontano, addirittura dal dopo guerra, e arriva ai giorni nostri arricchita dell’amore e del ‘mestiere’ che negli anni tanti giovani orentanesi hanno maturato nelle grandi città italiane. Quei ragazzi, una volta partiti a dar man forte ai compaesani, sono diventati bravi, eccellendo soprattutto nelle arti culinarie e dolciarie – a Roma, negli anni ottanta, si contavano circa 300 pasticcerie con titolari originari di Orentano e ancora oggi alcune delle attività più rinomate della capitale hanno per titolari persone originarie del paese toscano -. Ma bravura e fortuna non hanno scalfito l’amore per il paese e la comunità natia. Così è nata la sagra dolciaria, che si tiene naturalmente d’estate, quando le botteghe di città stanno chiuse e si torna a casa: era il 1968 e quest’anno fanno 52 anni tondi.

Prima del gran finale ci sono ancora molte serate da vivere nell’Agosto Orentanese: domani (11 agosto), alle 21,30 in piazza Matteotti,cConcerto di San Lorenzo con la Filarmonica Leone Lotti. A seguire venerdì alle 21,30 in piazza Matteotti, spettacolo con Tribute band di Gianni Morandi e alle 23 tombola di beneficenza con a seguire spettacolo pirotecnico. Sabato 13 agosto, poi, alle 21,30 in piazza Matteotti Grande serata di musica anni Novanta Crazy 90’s.

La sfilata del Dolcione del 14 agosto che si terrà alle 23, sarà preceduta, alle 21,30 dallo spettacolo in musica con la Magia musicale dei duetti, poi a seguire alle 22,30 dalla tombola di beneficenza (con premi da 1000 e 500 euro) e dal corteo musicale del complesso folkloristico La Ranocchia con le sue majorette. Nella piazza San Lorenzo di Orentano, fino al 21 agosto, resta allestito un luna park con le giostre.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.