Salamarzana, la festa medievale torna il 3 e 4 settembre nel centro storico di Fucecchio

Un’occasione importante per il rilancio turistico del territorio, per celebrare i luoghi che anticamente si trovavano sul cammino della via Francigena

Sarà un fine settimana immerso nel medioevo quello che il centro storico di Fucecchio vivrà sabato 3 e domenica 4 settembre. Due giornate ad ingresso libero di spettacoli ed esibizioni nelle le storiche strade e piazze della parte storica nelle quale si potrà gustare anche del buon cibo. Salamarzana, il nome dell’antico castello medievale edificato sul colle dell’odierno Parco Corsini, la tradizionale grande festa medievale fucecchiese, è infatti in fase di preparazione per l’edizione numero tredici.

L’evento promosso dall’associazione Amici del Centro Storico da anni ormai impegnata nel recupero, la tutela, e la valorizzazione del centro storico della città con particolare riguardo e priorità al recupero del tessuto urbano,  dopo la pausa Covid-19 ha rimesso questa bellissima kermesse al centro della propria agenda avvalendosi della collaborazione del Comune di Fucecchio, Regione Toscana, Proloco Fucecchio, Via Francigena Toscana e Toscana Energia. 

La “Festa” infatti è nata proprio per valorizzare il centro storico della città, e rappresenta un’occasione importante per il rilancio turistico del territorio collocandosi tra le iniziative di rivisitazione storica rivolte ai luoghi che anticamente si trovavano sul cammino della via Francigena. Sabato 3 e domenica 4 settembre la parte più antica di Fucecchio sarà quindi lo scenario ideale per un suggestivo salto nel medioevo. Vicoli, corti, torri, palazzi e sotterranei si animeranno, e le atmosfere, le luci e i profumi di quella che fu l’antica Fucecchio, potranno essere rivissute portando i visitatori (in grande crescita nelle ultime edizioni) indietro nel tempo fino al 1300.

Durante la festa sono visitabili, con l’ausilio di guide in costume  i principali monumenti della città: chiese, torri, palazzi come il Palazzo della Volta, La Chiesa di San Salvatore e San Giovanni Battista, il Museo Civico, il Parco Corsini con le antiche Torri, la Torre Campanaria ed il Palazzo Pretorio. Il programma molto articolato prevede in ogni angolo tra piazza Garibaldi, piazza Vittorio Veneto e Poggio Salamartano rievocazioni di antichi mestieri, accampamenti militari, musici, figuranti e numerosi artisti di strada. Saranno offerti spettacoli di forte impatto scenico realizzati da compagnie di rinomata fama che cattureranno l’attenzione di grandi e piccoli. La festa vedrà l’esibizione di artisti, giullari, acrobati, musici, falconieri, fachiri e giocolieri del fuoco, arcieri e combattenti, ma anche giochi medievali e laboratori per i più piccoli.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.