Quantcast

Acque Spa è meglio, analizzati 100 gestori

“Quando Acque Spa si costituì, io ero sindaco di Empoli: per questo sono particolarmente felice”. Così, l’assessore regionale alla presidenza Vittorio Bugli ha commentato il primo premio assoluto della III edizione di Top Utility ricevuto dal gestore idrico Acque Spa che è risultata la migliore tra le 100 principali public utilities italiane in base a un approfondito studio condotto dal centro Althesys. “Questo ci deve spingere – ha detto Bugli – a cercare di migliorare ulteriormente, a qualificare e rafforzare il sistema unitario di servizi e aziende di pubblici servizi della Toscana. La Regione, con la costituzione di un unico ambito nel settore idrico, ha dato una chiara direttiva in questo senso spingendo verso programmazione e gestione almeno regionale”.
Top Utility, ogni anno, sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, analizza le performance delle principali 100 società italiane nel campo dei servizi di pubblica utilità (gas, acqua, elettricità, gestione rifiuti) per valorizzare il ruolo di queste importanti realtà per lo sviluppo del sistema Paese e della sua competitività.
“Quello ricevuto è un importante riconoscimento – secondo il direttore generale dell’Autorità Idrica Toscana Alessandro Mazzei – che dimostra l’eccellenza di un’azienda del servizio idrico toscano e decreta i valori di efficienza e competenza che si possono raggiungere a livello nazionale quando ci si impegna con determinazione per il territorio”. “Questo premio dato ad Acque – ha concluso Mazzei – è però anche un impegno per portare tutti i gestori della Toscana allo stesso livello di qualità dell’azienda del basso Valdarno. Serve quindi prendere esempio e mettere in atto “best practice” utili a fare di un caso positivo lo standard di qualità diffuso per l’intero territorio regionale”.

La cerimonia

{gallery}acque{/gallery}

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.