Altroconsumo: “Piaggio ritiri 40mila veicoli”. Per l’azienda sono sicuri

Più informazioni su

Per Altroconsumo, in 10 giorni, dovranno tornare in Piaggio i circa 40mila motorini Gilera Runner prima serie ancora in circolazione “perché pericolosi per l’incolumità dei consumatori”. Ma la casa produttrice non ci sta e garantisce: “I nostri prodotti sono testati e quindi sicuri”.

Lo fa sapere l’associazione Altroconsumo, sottolineando che il giudice del tribunale di Pisa impone il richiamo in un’ordinanza del 17 marzo. Anche se i giorni partono da oggi 19, quando la lettera è stata inviata alla casa produttrice chiedendo di richiamare i prodotti pericolosi, sostituirli o risarcire i clienti. “Piaggio annunci ora cosa intende fare per compensare i consumatori”, esorta Altroconsumo.
Anche se la casa produttrice rassicura: “Lo scooter Gilera Runner è un prodotto sicuro e nel 2010 è stato sottoposto a un severo crash test ordinato dal ministero dei Trasporti che ha escluso la necessità di una campagna di richiamo”. Piaggio precisa infatti che le notizie riferite da Altroconsumo “si riferiscono all’ordinanza depositata il 17 marzo 2015 dal Tribunale di Pisa che, in sede di reclamo, ha annullato il provvedimento con il quale il medesimo Tribunale aveva disposto la sospensione dell’ordinanza emessa il 29 gennaio 2013”. Piaggio precisa inoltre che “anche quest’ultima ordinanza del 17 marzo scorso è stata pronunciata in fase cautelare, mentre è pendente un giudizio di merito a cognizione piena promosso da Piaggio per fare accertare in via definitiva che il Gilera Runner Prima Serie è un prodotto sicuro. Il Gilera Runner oggetto dell’ordinanza appartiene peraltro a una serie prodotta a partire dal 1998 e uscita completamente di produzione nel 2005”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.