#operazione legalità, la protesta a Pontedera venerdì 11

Dopo il caso hotel Cristallo a Santa Croce sull’Arno la questione della presenza degli stranieri e in alcuni casi, per fortuna solo alcuni, la difficoltà della convivenza con gli italiani torna ad essere al centro del dibattito. Questa volta a finire nel mirino degli esponenti del centrodestra è Pontedera e in particolare il parcheggio dell’ospedale Lotti nel Dente Piaggio.

La protesta parte da Santa Maria a Monte da dove Alessandro Tantussi inapssato cittadino attivo per la frana di montecalvoli e come simpatizzante della forze di centrodestra, lancia la manifestazione #operazionelegalita. Il nome è pretenziosi, ma in sostanza si tratta di una manifestazione in programma per la mattinata del prossimo venerdì (11aprile) e per il prossimo sabato (12 aprile), quando i cittadini che vorranno e sicuramente alcuni esponenti politici, andranno a manifestate proprio al parcheggio dell’ospedale Lotti piazza della Solidarietà, per chiedere una maggiore presenza della forze dell’ordine visto che nel parcheggio spesso – secondo quanto riferito dagli stessi organizzatori – si sarebbero verificati problemi con gli stranieri. L’invito lanciato dagli organizzatori è “Parteciapte tutti numerosi in modo civile e pacifico”. Poi Tantussi spiega: “La nostra  #‎operazionelegalita‬ non è ‘contro’ nessuno, lo scopo è garantire la serenità di coloro che parcheggiano specialmente donne ed anziani. Anche i sindacati del personale dipendente dell’ospedale hanno sollevato il problema. Il che significa che un problema c’è, inutile nascondere la testa nella sabbia. Noi – continua Tantussi – ci proponiamo di manifestare in modo civile e pacifico la preoccupazione di moltissimi cittadini di Pontedera e dintorni che si recano all’ospedale (Lotti ndr) per motivi non certo piacevoli e che sarebbe opportuno non fossero molestati”. La manifesstazione sarà un apacifica provocazione e i manifestanti hanno già im programma cosa fare: “Cosa vogliamo fare? – dice Tantussi – offrire fazzoletti ed accendini come scusa per chiedere una maggiore presenza delle forze dell’ordine. Speriamo che partecipino persone di ogni orientamento e nazionalità. Venite tutti per chiedere più sicurezza nel parcheggio e la presenza costante della polizia di Stato dei carabinieri o dei vigili urbani. Noi lo faremo in modo un po’ provocatorio, ma il problema di sicurezza c’è ed è concreto. Non è una manifestazione politica”. (g.m.)

 

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.