Pisa città dell’italian style

Tre imprenditrici di Taiwan hanno scelto la Toscana e Pisa in particolare, per una full immersion nell’Italian Stilelife. Lin Yu Shan, Liu Yen Yin e Chen Mei Shia, invitate a Pisa dal gruppo di Confinternazionalizzazione di Confcommercio Pisa, hanno soggiornato una intera settimana nella città della Torre, per sperimentare in prima persona un tour conoscitivo delle eccellenze del nostro territorio.

Cultura e arte ma non solo, anche cucina italiana, enogastronomia, moda, bellezza, benessere. Uno scambio e un incontro tra culture differenti, nel segno del made in Italy e made in Tuscany, punto d’avvio del progetto di incoming orientato allo stile italiano denominato Informal Italy. “Il modo di vivere italiano è ammirato e imitato in tutto il mondo” – spiega Antonio Spinello, presidente del gruppo di ConfInternazionalizzazione: “e il bilancio di questo primo esperimento direi è eccellente. “La soddisfazione delle nostre ospiti è stata massima perché hanno avuto la possibilità di visitare caseifici e aziende agricole, assistere alla preparazione dei nostri migliori piatti tipici, fare shopping in negozi italiani, curare il loro look secondo la grammatica più tipica del nostro stile”. L’obiettivo del progetto Informal Italy nelle parole di Spinello e Massimo Pucci, uno dei curatori, esperto di design e marketing – “è quello di strutturare un percorso più continuativo con Taiwan: “Intanto le tre imprenditrici hanno già deciso di fondare una nuova azienda, la C House, che si occuperà di diffondere prodotti italiani a Taiwan. Da parte nostra, con il supporto di Confcommercio, ci stiamo organizzando per realizzare un canale di incoming teso ad esaltare l’attrattività del modo di vita italiano e toscano. A dispetto di un turismo mordi e fuggi, anche se per un numero esiguo di persone, le nostre ospiti hanno soggiornato una intera settimana a Pisa. Se questi numeri cresceranno, come siamo convinti, sarà un beneficio per tutti”. “Un nuovo modo di vivere e far conoscere in maniera approfondita Pisa e il suo territorio” – commenta il direttore della Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli: “Nel tempo della globalizzazione consideriamo i percorsi di internazionalizzazione una importante opportunità per la filiera delle imprese che rappresentiamo e che operano nei settori del turismo e del commercio. L’idea di nuovi business internazionali anche per le piccole e media imprese non deve essere una utopia, ma come dimostra questo progetto, una concreta possibilità di crescita, tutti insieme”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.