Banti, da Confartigianato ai vertici di Bnp Paribas

Più informazioni su

Un pisano ai vertici del gruppo bancario Bnp Paribas. Fabio Banti, rappresentante di Confartigianato Imprese, è il nuovo presidente di Artigiancassa, la Banca del Gruppo Bnp Paribas dedicata al mondo dell’artigianato e delle piccole e medie imprese, controllata da Bnl per il 73,86% e dal mondo dell’artigianato per il 26,14%, attraverso la società Agart.

Fabio Banti è nato a Pisa il 10 settembre 1965, dove vive con la moglie Elisabetta e i figli Francesco e Alessandro ed è un imprenditore nel settore dell’edilizia. Nel suo nuovo incarico di presidente di Artigiancassa, Banti, tra gli altri, avrà al suo fianco in consiglio di amministrazione alcuni dirigenti di primissimo piano di Bnl, come il presidente Luigi Abete, il vicedirettore generale Marco Tarantola e l’ex amministratore delegato Mario Girotti. “L’attività di gestione di fondi pubblici agevolativi che Artigiancassa svolge da oltre 60 anni – ha detto Banti – sarà orientata a una logica di sempre maggiore consulenza alla Pa nazionale e regionale in ottica di razionalizzazione degli incentivi e di loro impatto sulle economie locali”. “Per le attività di distribuzione di prodotti e servizi di Bnl e del Gruppo Bnp Paribas sarà previsto il coinvolgimento sempre più attivo e partecipe della rete associativa artigiana sul territorio, che sempre più deve diventare ‘terminale’ commerciale della Banca”.
La prima uscita pubblica nella sua nuova veste di banchiere, Banti la farà venerdì a Ponsacco sul tema Progettare in Europa: tecniche e strumenti per l’accesso e la gestione dei finanziamenti dell’Unione europea, a dimostrazione che continua a essere un artigiano, un pisano attaccato al proprio territorio per il quale ha fatto e farà ancora molto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.