Quantcast

Confcommercio: “Pugno duro contro discoteche abusive”

“Discoteche: chiediamo pugno duro e controlli a tappeto nei locali abusivi”. E’ questa la posizione di Alessandro Trolese, membro della giunta nazionale del Silb (Sindacato locali da ballo), nonché presidente provinciale del Silb ConfcommercioPisa. “Al termine dell’incontro con il ministro Alfano, la posizione della nostra federazione è chiara – precisa Trolese – ossia una volontà di collaborare con le istituzioni affinchè tragici episodi come quello che ha portato alla chiusura del Cocoricò non si verifichino più. Per questo, accogliamo con favore la direttiva inviata dal ministero dell’interno a prefetti e questori in cui si comunicano misure di sicurezza e vigilanza più dure, annunciando controlli a tappeto in tutti i locali notturni”.

“Da parte nostra – prosegue Alessandro Trolese -“invitiamo le Istituzioni a valutare un inasprimento dei controlli per quanto riguarda i locali abusivi che, sprovvisti delle necessarie autorizzazioni, continuano a svolgere attività di intrattenimento danzante illegalmente, recando un ingente danno all’Erario e a tutti gli imprenditori che svolgono la propria attività nel rispetto della legge. Sono proprio questi locali abusivi e su Pisa, le recenti cronache lo hanno dimostrato ampiamente, a rappresentare un vero pericolo per l’incolumità dei ragazzi, in quanto sprovvisti dal possedere i principali requisiti di sicurezza”.
“Noi siamo dalla parte del divertimento sano e di qualità – conclude Trolese – nei fatti, prima ancora che a parole, e proprio per questo motivo continueremo a combattere con tutti i mezzi idonei, il mercato nero” dei locali abusivi”che a livello nazionale ha raggiunto un giro d’affari di un miliardo di euro”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.