Vicopisano, sindaco in presidio contro chiusura uffici Poste

Dopo le polemiche per la chiusra dell’ufficio postale di Marti, nel Comune di Montopoli, anche Vicopisano alza la voce. A rischio, secondo la riorganizzazione di Poste, gli sportelli di San Giovanni alla Vena e Uliveto Terme, destinati a chiudere dal prossimo 7 settembre. Ma il sindaco, Jury Taglioli, è disposto a fare le barricate.

“Dopo il ricorso al Tar – dice il sindaco – stiamo continuando a fare ogni passo possibile e ogni azione necessaria per evitare la chiusura, oltre ad aver fatto nuovamente ricorso al Tar. La chiusura degli uffici rappresenta un fatto estremamente negativo ed equivale a lasciare in uno stato di abbandono la popolazione più fragile e più anziana. Non vogliamo né possiamo permetterlo”.
E il prossimo venerdì (21 agosto) lo stesso sindaco ha organizzato un presidio con vicesindaco, assessori e amministratori davanti all’ufficio postale di Uliveto Terme, e il giorno successivo davanti a quello di San Giovanni alla Vena. “Per contestare ufficialmente e pubblicamente questa decisione irresponsabile di Poste – dice il sindaco –  sia per incontrare i cittadini che invito a venire numerosi. Non li lasceremo comunque mai da soli, valuteremo alternative e ogni soluzione praticabile per andare loro incontro e garantire loro i servizi mancanti in paese, se Poste non dovesse ascoltarci”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Cuoio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.